S.Agata Militello: Revisori dei conti, il Tar dichiara inammissibile il ricorso. Comune condannato alle spese di giudizio

Il Tar Sicilia di Catania ha dichiarato inammissibile il ricorso proposto dall’amministrazione comunale di Sant’Agata Militello contro la deliberazione di integrazione dell’organo di revisione contabile e ha condannato l’Ente al pagamento delle spese. Piena legittimazione, quindi, per i Revisori (foto in alto da sx: GIUSEPPE RICCIARDI, PIERO FERRANTE, SALVATORE BELGIORNO)…
Continua a leggere…

 

Brolo: La prima borsa di studio “Antonio Pizzuto” assegnata a Daniele Scaffidi Gennarino

La prima borsa di studio dedicata allo studente universitario di Brolo ANTONIO PIZZUTO, prematuramente scomparso in un incidente stradale avvenuto a Capo Skino di Gioiosa Marea il 3 agosto 2015, è stata assegnata a DANIELE SCAFFIDI GENNARINO, residente a Piraino nella frazione di Gliaca. L’evento si è svolto nell’ambito della presentazione del libro “Paralipomeni”, a […]
Continua a leggere…

 

Op. “Affari di famiglia”: Le accuse si sgonfiano. 9 condanne e 6 assoluzioni, tutti i dettagli della sentenza e la ricostruzione dei fatti

Come riportato ieri nove condanne (ma con pene decisamente inferiori alle richieste del pm) e sei assoluzioni sono state decise, a conclusione del processo di primo grado dell’operazione “AFFARI DI FAMIGLIA”, scattata il 6 giugno 2014 sui Nebrodi per un vasto traffico di droga con base a Tortorici. Ecco il servizio completo con i dettagli […]
Continua a leggere…

 

Rocca di C.: Omicidio Bruno. Niente premeditazione, le motivazioni della sentenza di condanna (24 anni e 3 mesi) di Oriti

Sono trascorse meno di due settimane dalla sentenza e la Corte d’Appello di Messina ha depositato le motivazioni del verdetto che ha visto SEBASTIAN ORITI (foto in alto a dx) condannato a 24 anni e 3 mesi di reclusione per omicidio con vittima il meccanico ANDREA OBERDAN BRUNO (foto in alto a sx), avvenuto a […]
Continua a leggere…

 

S.Stefano di Camastra: Gli attentati al lido “Najia”. Tre condanne rideterminate in appello

     La Corte d’Appello di Messina, accogliendo le richieste della difesa (foto in basso uno dei legali, avvocato LUCIO DI SALVO), ha rideterminato e ridotto le pene per tre persone a suo tempo arrestate e poi condannate in quanto accusate di essere i responsabili dei due attentati messi a segno, fra maggio e luglio […]
Continua a leggere…

 

Op. “Eolo”: Nove condanne per il parco eolico di Raccuja. 4 anni all’ex sindaco Salpietro

Nove condanne, per altrettanti imputati, sono state emesse sabato pomeriggio, al tribunale di Patti, a conclusione del processo di primo grado relativo all’operazione “EOLO”, scattata l’8 ottobre 2010 a Raccuja, in merito alla costruzione e agli appalti del parco eolico. Condanne ridotte, rispetto alle richieste del pm ROSANNA CASABONA, per la derubricazione del reato di […]
Continua a leggere…

 

Op. “Rinascita”: Le estorsioni ai commercianti. Tre assolti, uno condannato

Si è concluso con tre assoluzioni ed una condanna il processo quale coda dell’operazione “RINASCITA” (in alto il cartellone del blitz), scattata il 13 giugno 2008 (in archivio, sul link Cronaca, tutto il prospetto pubblicato il 25 gennaio 2014 dopo la sentenza definitiva della Cassazione) e che stroncò il tentativo di ricostituzione del clan dei […]
Continua a leggere…

 

Raccuja: Tentò di sparare al sindaco, Martella patteggia la pena a 2 anni e 10 mesi

Ha patteggiato la pena a 2 anni e 10 mesi di reclusione, davanti al Gup del tribunale di Patti UGO DOMENICO MOLINA, il pensionato ALBERTO MARTELLA, difeso dall’avvocato ANTONIO SPICCIA, arrestato il 10 luglio dello scorso anno con le accuse di porto illegale di armi e di strumenti atti ad offendere nonché di minaccia aggravata […]
Continua a leggere…

 

Naso: 13 kg di marijuana in un casolare. Condannato a 2 anni e 8 mesi allevatore di Brucoli

Era stato arrestato dai carabinieri, il 3 giugno scorso, con le accuse di produzione, traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti, precisamente 13 kg di marijuana occultati in un casolare di sua proprietà in contrada Brucoli a Naso. Adesso l’allevatore di 52 anni FRANCO NICOMEDI (foto in alto con al fianco le sostanze sequestrate) è […]
Continua a leggere…