Brolo: Bufera sulla giunta-Ricciardello. Abuso d’ufficio per la mensa, 7 indagati

     Nuova bufera sul comune di Brolo che, stavolta, coinvolge l’amministrazione in carica nel 2014/15 con tre pezzi attuali (sindaco, vice sindaco e un assessore). Sono 7 gli indagati, accusati di abuso d’ufficio in concorso, per l’inchiesta sull’affidamento del servizio di mensa scolastica al titolare del ristorante “Don Santo”: il sindaco IRENE RICCIARDELLO, il […]
Continua a leggere…

 

S.Agata Militello: Omicidio colposo, ordine di carcerazione eseguito per l’autotrasportatore di Acquedolci

3 anni e 6 mesi. Tanto dovrà scontare PAOLO RESTIFO, autotrasportatore di Acquedolci, arrestato dai carabinieri e rinchiuso nel carcere di Barcellona Pozzo di Gotto. L’uomo è stato raggiunto da un ordine di carcerazione dopo la condanna definitiva decisa dalla Cassazione. Restifo è accusato di omicidio colposo per l’incidente nel quale perse la vita, a […]
Continua a leggere…

 

Torrenova: Stalking contro la ex convivente, condannato a 5 anni

Un 35enne di Randazzo ma domiciliato a Torrenova, G.C., difeso dagli avvocati LAURA TODARO e GIOVANNI FISAULI, è stato condannato a 5 anni di reclusione dal giudice del tribunale di Patti ELEONORA VONA per una serie di reati rientrati nel cosiddetto “stalking” ai danni della ex convivente, una donna originaria di Randazzo ma residente a […]
Continua a leggere…

 

Barcellona P.G.: Il vicequestore Mario Ceraolo lascia la dirigenza del Commissariato e approda all’Ufficio Legale della FAI

Il dott. MARIO CERAOLO (foto in alto), vicequestore della Polizia di Stato, lascia la dirigenza del Commissariato di Barcellona Pozzo di Gotto ed approda all’Ufficio Legale della FAI, la Federazione Antiracket Italiana. Nel contempo si è svolta la cerimonia di saluto alla presenza di numerose autorità, in testa il Questore di Messina MARIO FINOCCHIARO (foto […]
Continua a leggere…

 

Tortorici: Tentata estorsione ai fratelli umbertini. TdR annulla ordinanza per il padre, conferma per il figlio

Ordinanza di custodia cautelare annullata per il padre che torna libero, confermata per il figlio che resta in carcere. Ha deciso così il Tribunale del Riesame di Messina per il ricorso presentato dall’avvocato ALESSANDRO PRUITI CIARELLO per ANTONINO BONTEMPO SCAVO ed il figlio SEBASTIANO (foto in alto da sx), arrestati lo scorso 18 settembre con […]
Continua a leggere…