Barcellona P.G.: Violenza sessuale su due minori e un disabile, arrestato un 42enne

Una triste vicenda è stata scoperta a Barcellona Pozzo di Gotto dai carabinieri (foto in alto la caserma) che, in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere, hanno arrestato un 42enne del luogo accusato di violenza sessuale aggravata commessa su due ragazzini di e su un ragazzo affetto da disabilità psichica…

I carabinieri della Compagnia di Barcellona Pozzo di Gotto hanno arrestato un 42enne barcellonese per violenza sessuale aggravata commessa nei confronti di due infraquattordicenni ed un ragazzo affetto da disabilità psichica. Le indagini sono state avviate dai militari della Stazione di Barcellona nell’aprile scorso a seguito della denuncia di una persona affetta da disabilità psichica che in pieno centro a Barcellona, dopo essere stato condotto in un luogo appartato, veniva bloccato e palpeggiato.

Il mese scorso i genitori di un ragazzino di 13 anni, accortisi dello strano comportamento del figlio, si rivolgevano al sacerdote della propria parrocchia che, dopo aver parlato con il ragazzo, consigliava di sporgere denuncia al Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia dell’Arma di Barcellona. Gli accertamenti, coordinati dal sostituto procuratore di Barcellona Sarah Caiazzo, con ausilio di personale specializzato impiegato nella task forse istituita a livello provinciale per reprimere i reati commessi ai danni delle fasce deboli, hanno consentito di accertare due episodi di violenza avvenuti in una abitazione abbandonata sul lungomare di Spinesante. In entrambi i casi il ragazzino era stato preso con la forza dall’aggressore per poi essere violentato in una casa in costruzione, in stato di abbandono. Nella stessa indagine veniva sentito anche il fratello maggiore del tredicenne che ha raccontato di essere stato palpeggiato sui genitali dallo stesso uomo quando andava alle scuole medie ma di essere riuscito a fuggire e non aver mai raccontato nulla per vergogna. Le indagini hanno permesso di individuare univocamente l’autore di questi fatti e stamane i militari hanno quindi eseguito a carico dell’uomo una ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip presso il tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto, su richiesta del pm Caiazzo. L’arrestato è stato quindi condotto e rinchiuso presso la Casa Circondariale “Madia” di Barcellona.

            Giuseppe Lazzaro

Edited by, mercoledì 26 settembre 2018, ore 13,58. 

 

(Visited 241 times, 1 visits today)