Brolo: I colori per il futuro. Salvatore Garito si presenta con la sua squadra

Anche l’ingegnere SALVATORE GARITO (foto in alto), nessuno lo dice ma tutti lo sanno candidato scelto dall’ex sindaco SALVO MESSINA, si è presentato domenica pomeriggio, al Palatenda, a due settimane dalle elezioni amministrative di Brolo. Una presentazione, insieme ai candidati della lista, in mezzo ai colori…

Con le note di “Lassa e passa” di Turè Muschio, è iniziata ieri pomeriggio la convention, al Palatenda, dove Salvo Garito – emozionatissimo – ha presentato la sua squadra ed “i colori” che la compongono, e poi idee e proposte per Brolo. Un unico head-line “essere nuovamente orgogliosi del paese”. “L’impegno per una Brolo di cui essere orgogliosi sempre  non solo nei momenti spot, costruiti magari per andar sotto i riflettori, ma che poi torna ad essere grigia e muta”, così Salvo Garito si propone presentando la squadra che lo sta sostenendo in questa campagna elettorale. Nell’intro cita tutti i punti di forza del paese, fatto da “Bravi commercianti, di imprenditori alcuni conosciuti in Italia e nel mondo, degli artigiani, dei maestri gelatai, il paese della buona pasticceria, dello  sport con le sue associazioni, del volontariato, delle belle manifestazioni conosciute ovunque. Semplicemente partiamo da qui – dice l’ingegnere  Garito -, dal paese colorato che noi vogliamo per viverlo tutti i giorni, da condividere con chi amiamo. Siamo brolesi, siamo decisi, vogliamo cambiare le cose, crediamo nel futuro di questo paese, siamo ottimisti, siamo sicuri che vale la pena metterci la faccia sempre”.

Alcuni candidati della lista che sostiene Garito

Una manifestazione quella programmata a metà pomeriggio, che scorre veloce, tra musica e colori, condotta sapientemente dal giornalista Giuseppe Spignola, tra video e voci fuori campo e che è servita a spiegare il progetto “oltre” che, dice Garito, “è molto più di un progetto politico”. Lo si vede già dal logo, spiega:“Colori caldi e avvolgenti, che raffigurano passione, freschezza, vitalità, ma che sono i colori del paese, dal verde dei suoi giardini al giallo dei limoni, mentre il mare è qui rappresentato – idealmente – dalle scritte blu del nome del sindaco. Gli aloni intorno alla dicitura “oltre” stanno a raffigurare il sole, fonte primaria di vita.  Il fondo volutamente bianco del logo è anche qui simbolico. Il bianco, come nel disco di Newton, è l’unione di tutti i colori, quindi amalgama di tutte le essenze, la poliedricità di una collettività. Ecco l’unione di un paese e della sua gente, in un fare collettivo, non contro ma per. L’essenza di un progetto politico. La forza  di questa unione”. Poi è stata la volta dei candidati.

Ai lati la squadra al completo, al centro il presentatore Giuseppe Spignola

“Ci presentiamo a voi, a chi non ci conosce. Noi siamo qui, tra di voi, come facciamo tutti i giorni. E oggi vogliamo parlarvi dei nostri sogni, dei nostri desideri, di quello che la mattina alzandoci per andare a lavorare, accompagnando i bambini a scuola, percorrendo le solite strade, passando dagli stessi luoghi, pensiamo e ci diciamo…Ma possibile che nessuno ci abbia pensato, che nessuno provveda in merito? Siamo convinti che cambiare si può. A volte basta poco. A volte basta un semplice voto, libero, senza condizionamenti. Una scelta di futuro, che ci porti oltre…Quello che vogliamo”. I candidati si abbinano ai colori. Una novità perche “I colori li vediamo sulle tavolozze dei pittori, diventano opera d’arte…la Brolo che amiamo. Brolo ed il suo universo ci piace vederlo e immaginarlo a colori. Non sbiadito come può uscir da menti pigre, antiche, poco avvezze alla fantasia desiderose solo di potere, avide di creare condizionamenti, prive di slanci vitali”.

              G.L.

Edited by, lunedì 15 aprile 2019, ore 18,24. 

(Visited 495 times, 2 visits today)