Brolo: Il lavoro (gratis) al comune, aderiscono in 21. L’ironia del consigliere Scaffidi Lallaro

L’assessore ai Servizi Sociali TINA FIORAVANTI (foto in alto) è stata definita “la più inadeguata della storia di Brolo” dal consigliere comunale indipendente GAETANO SCAFFIDI LALLARO. L’accusa è relativa soprattutto all’inserzione, di alcune settimane fa, per l’adesione al volontariato e lavorare gratis al servizio del comune. In 21 hanno aderito…

Sono state 21 le persone, 14 donne e 7 uomini, che entro il termine del 28 febbraio hanno presentato richiesta di iscrizione al registro dei volontari del Comune di Brolo. L’iniziativa è stata adottata dell’Assessorato ai Servizi Sociali con l’intento di svolgere attività di pubblica utilità come aiuto e supporto ad anziani e disabili, accompagnamento alunni e persone disagiate, sorveglianza, pulizia e manutenzione aree pubbliche, supporto nei servizi prima e dopo scuola, piccola manutenzione del verde pubblico.

“Ringrazio col cuore tutti coloro che hanno aderito – commenta l’assessore Tina Fioravanti –, è stata una risposta entusiastica che deve inorgoglire l’intera comunità di Brolo. Si tratta di un bel modo di dimostrare amore e attaccamento disinteressato per il nostro paese. Quello del 28 febbraio non era un termine perentorio e quindi, chi vuole, può ancora aderire. In tempi brevi ci incontreremo con i volontari per concordare gli interventi da realizzare compatibilmente con il tempo che ciascuno di loro potrà dedicare. Ma lo spirito di questa iniziativa – conclude l’assessore Fioravanti – non è solo quello di contribuire concretamente alla vita pubblica di Brolo ma è anche un modo per riallacciare quei rapporti sociali che in tempo di pandemia e di distanziamento sono mancati”.

“Invece di aiutare concretamente attività commerciali e famiglie – avevo scritto in una nota il consigliere indipendente Gaetano Scaffidi Lallaro – e nonostante 100 dipendenti comunali (fra dipendenti di ruolo, ASU, cassaintegrati ed ex contrattisti) e circa 250 fruitori a Brolo del Reddito di cittadinanza, l’assessore Fioravanti ha pensato bene di mettere un annuncio invitando i cittadini brolesi a diventare volontari per svolgere servizi di pubblica utilità (fra i quali pulire le aree pubbliche!!!). Si rimane veramente senza parola di fronte a cotanta improvvisazione, degna dell’assessore ai servizi sociali (la signora Tindara Fioravanti) – conclude Scaffidi Lallaro – più inadeguato nella storia del Comune di Brolo”.

           g.l.

Edited by, martedì 2 marzo 2021, ore 17,06. 

(Visited 585 times, 1 visits today)