Brolo: Lotta ai “furbetti”. La riscossione dei tributi affidata all’Agenzia delle Entrate

Su proposta del vice sindaco e assessore ai tributi e alle finanze GAETANO SCAFFIDI LALLARO (foto in alto) il consiglio comunale di Brolo ha votato la delibera che affida all’Agenzia delle Entrate la riscossione dei tributi comunali…

Il consiglio comunale di Brolo, con i voti della maggioranza, ha approvato la proposta di delibera per l’affidamento della riscossione coattiva di tutte le entrate tributarie e patrimoniali dell’Ente al nuovo soggetto nazionale “Agenzia delle Entrate – Riscossione”.  Durante l’ultimo consiglio del 24 agosto, convocato dal presidente Giuseppe Miraglia, è stata stipulata questa nuova forma di tutela per le casse comunali.

Tale forma di recupero sarà attuata sia sulle entrate tributarie, come le imposte patrimoniali Ici/Imu/Tasi, la tassa sui rifiuti Tares/Tari, la tassa occupazione suolo ed aree pubbliche Tosap, sia sulle entrate patrimoniali di diritto pubblico, come le sanzioni amministrative al Codice della Strada e le sanzioni amministrative in genere, il canone dei passi carrabili, i contributi relativi a servizi a domanda individuale quali le rette degli asili, della mensa, i servizi cimiteriali e altro.

Il vice sindaco Gaetano Scaffidi Lallaro, assessore con delega ai tributi, ha voluto spiegare la scelta attuata dall’amministrazione: “È un atto dovuto che si è reso necessario ed indispensabile per poter garantire pari diritti a tutti i cittadini ed a tutte le attività commerciali brolesi. Infatti, a fronte di una buona percentuale di cittadini che, in maniera coscienziosa e responsabile, ottempera regolarmente al pagamento dei tributi, continua a persistere, purtroppo, un’altra parte consistente di utenti che, nonostante la possibilità introdotta da questa amministrazione di rateizzare i debiti con l’ente, continuano a non ottemperare al pagamento non solo dei vari tributi comunali ma anche ai servizi a domanda individuale (vedi ad esempio la mensa scolastica). I cittadini, e mi rivolgo anche alle tante attività commerciali del territorio, devono comprendere che oltre ai legittimi diritti dell’utente, esistono anche i doveri da adempiere e per poter permettere, al giorno d’oggi, ad un’amministrazione, di poter garantire, in maniera seria ed efficiente, sia i servizi indispensabili che quelli a domanda individuale – conclude il vice sindaco, vi è la necessità che tutti quanti facciano la loro parte”.

              g.l.

Edited by, venerdì 25 agosto 2017, ore 13,42. 

(Visited 469 times, 1 visits today)