Brolo: Paolo Gullà 6 anni dopo, lo struggente ricordo dei genitori

Ricorre, in questo 13 luglio, il sesto anniversario dalla scomparsa di un giovane di Brolo amato e benvoluto da tutti, PAOLO GULLA’ (foto in alto), il classico bravo ragazzo dal sorriso sempre pronto, partecipe e grande appassionato di calcio (aveva giocato nella Tiger Brolo ed era tifoso dell’Inter). Paoletto, come tutti lo chiamavano, fu vittima di un tragico incidente stradale avvenuto, tra Capo d’Orlando e Brolo, la notte del 7 luglio 2012. Pubblichiamo lo struggente ricordo dei genitori, PIPPO e NUNZIATINA, per il loro unico figlio. La Santa Messa di suffragio sarà celebrata alle ore 18 presso la chiesa di Maria SS. di Lourdes a Gliaca di Piraino da padre Antonio Mancuso…

 

CARO FIGLIO NOSTRO,

MANCHI…MANCHI..MANCHI…MANCHI..MANCHI !!!

Un FIGLIO che manca è un Dolore che non si può dimenticare. II tuo  Amore infinito insormontabile…ora per mamma e papà, è un Amore fatto di pianto… di Dolore…

II tuo Amore ci ha fatto sognare ma ora ci fa gridare l’Amore per te FIGLIO NOSTRO, che non possiamo più abbracciare, baciare. II nostro Paolo era un Amore così grande com’è grande questa nostra solitudine interiore, un Amore di una mamma e di un papà, per il proprio FIGLIO. FIGLIO NOSTRO, vogliamo dirti che ti abbiamo Amato prima ancora di vederti nascere…quando poi ti ho messo al mondo, e abbiamo guardato i tuoi occhi, abbiamo sentito il calore del tuo piccolo corpicino, un sentimento che non si riesce a dare una definizione per poterlo spiegare. Ma abbiamo inciso ogni nostra CELLULA di AMORE per TE…TI AMIAMO.

Ti guardavamo, e quell’Amore nei giorni cresceva insieme a te, e in cuor nostro sapevamo che non ti avremmo mai lasciato e ti avremmo difeso dal mondo intero. Sicuramente abbiamo fatto degli errori e ce ne rammarichiamo, ma pensiamo che a volte una mamma e un papà sbagliano anche per il troppo Amore. Abbiamo cercato di fare quello che potevamo per farti stare bene. Forse avremmo potuto e dovuto fare di più, ma non ne abbiamo avuto il tempo…il tempo è fuggito insieme a te! Però quello che abbiamo fatto per te, l’abbiamo fatto sempre con Amore e per Amore.

Eri NOSTRO FIGLIO…eri il sogno del nostro domani, ma non abbiamo avuto il tempo di vederti arrivare al domani…perchè le cose belle che più si Amano hanno vita troppo breve. Eri e continuerai ad essere sempre NOSTRO FIGLIO, e NOI la tua mamma e il tuo papà.

Ti AMIAMO e ti AMEREMO come allora, anche adesso che non possiamo più vederti. Niente potrà distruggere il nostro Amore per te.

Sei NOSTRO FIGLIO…Sei il NOSTRO SOGNO nell’ETERNO, ed è là che ti raggiungeremo. Quante cose abbiamo dovuto imparare Amore, sin dal primo istante che tu, la nostra piccola creatura, hai preso posto nella nostra vita. Abbiamo dovuto imparare a svolgere la meravigliosa missione di vederti crescere e interpretare con la nostra sensibilità di Genitori, ogni tua necessità. Con TE accanto abbiamo imparato il valore di un tuo abbraccio, di un tuo bacio, di un tuo gesto, e di tante altre comunicazioni esteriori ed interiori che si hanno solo tra GENITORI e ì FIGLIO. Giorno dopo giorno è stato un evolversi d’Amore sconfinato verso l’Essere più Importante ed Unico della nostra vita. Ed è normale che due GENITORI imparino, giorno per giorno, ad apprezzare la Gioia, l’Amore ma anche l’Affanno che quel FIGLIO ci ha dato durante la sua crescita. La vita però non è piatta, e purtroppo succedono degli eventi inaspettati che hanno cambiato il normale processo di apprendimento di mamma e papà! Ed è stato quando la tua vita, FIGLIO NOSTRO, improvvisamente si è spezzata. Per mamma e papà è stato un trauma, infatti per NOI niente sarà più come prima. Tutto è cambiato, dentro di NOI e fuori di NOI, tutto è cambiato per NOI…anche se per gli altri tutto è rimasto NORMALE. Tutto questo è un processo che solo due GENITORI  senza più un FIGLIO conoscono e non possono spiegare.

NOI Amore con la tua Dipartita abbiamo dovuto imparare la cosa peggiore…ciò che è contro natura; abbiamo dovuto imparare una nuova fase di apprendimento, quella che non pensavamo mai di dover imparare: SOPRAVVIVERE alla TUA MORTE, FIGLIO NOSTRO! E per non  soccombere ad un Dolore senza paragoni abbiamo dovuto imparare a vedere e abbracciare te, FIGLIO NOSTRO, solo attraverso gli occhi dell’ Amore…e poterti sentire solo con le parole della Fede…pensando che tu, FIGLIO NOSTRO, ora sei ritornato Luce nella Luce…e in maniera diversa continui a vivere. Ogni giorno abbiamo dovuto imparare che la vita non è come la vogliamo, ma è soggetta a qualcosa di Misterioso più grande di NOI…!

NOI siamo una mamma e un papà, e abbiamo avuto la sfortuna e il Dolore di iniziare ad imparare con tanta fatica a convivere con la tua Assenza FIGLIO NOSTRO! Abbiamo imparato che il silenzio è diventato nostro compagno nel Dolore. Abbiamo imparato anche a nascondere il Dolore dietro ad un sorriso mentre il cuore continua a piangere. Però non siamo riusciti ancora ad imparare a stare senza TE, FIGLIO NOSTRO! Un FIGLIO/A non si dimentica…Un FIGLIO non si può sostituire. Un FIGLIO si amerà ancora di più, perchè ci manca tutto di quel FIGLIO che non avremo più tra le nostre braccia…che non vedremo mai diventare un uomo…magari padre…marito. E negli anni che passano, il Dolore sembra assopirsi in una specie di breve forzato letargo, ma ogni “occasione” lo sveglia e riapre la GRANDE FERITA che in realtà non si è mai chiusa davvero e quel Dolore riprenderà a urlare dentro di NOI con tutta la sua sofferenza e nessuno, neppure quelli che ci stanno accanto, potranno sentirlo. E sì, TESORO NOSTRO…la Rassegnazione per la tua perdita non si potrà mai trovare. Riusciremo solo ad avere tanta speranza attraverso la Fede che ci può sostenere, a convivere con rumori, voci, gente che inevitabilmente incrociano il nostro tempo, a  trascorrere le giornate tra innumerevoli cose da fare. Ma il nostro pensiero sarà sempre proiettato verso di TE, che ci manchi! Non ci sarà momento che il nostro Amore non ti cercherà in ogni fessura della  nostra mente e del  nostro cuore. Non c’è e non ci sarà Rassegnazione quando ogni giorno cerchiamo il tuo volto tra giovani volti, e il tuo rimane solo la visione di un tenue, delicato Ricordo. Non c’è e non ci sarà Rassegnazione quando desidereremmo una tua parola, un tuo gesto d’affetto, e invece, sentendoci così fragili e inermi davanti al vuoto che ci avvolge, dobbiamo comprimerci il viso tra le mani per non farci esplodere in un urlo di Dolore. Non ci può essere Rassegnazione davanti alla forza brutale della Morte che ti ha portato via, stravolgendo l’ordine biologico del tuo tempo. E andiamo avanti!!! …

Domani forse staremo un pò meglio di oggi…oppure domani sarà ancora peggio…Chissà!!!

Domani comunque sarà ancora un altro giorno di imprevisti…di problematiche…carichi dei misteri della vita e tante vite nasceranno, ed altre invece, troppo presto se ne andranno…

Ma sicuramente FIGLIO NOSTRO, oggi come domani Tu continuerai a mancarci, come sarà pure per tutti i giorni a venire. Con la tua assenza, Amore Nostro, sarà un nostro continuo conviverci, finchè la MORTE non riunirà per l’ETERNITA’ la nostra anima alla tua…VITA NOSTRA!!!

E con oggi sono 6 anni che VIVI in quel cielo. MANCHI!

MANCHI…MANCHI…MANCHI…la tua mamma e il tuo papà.

Edited by, venerdì 13 luglio 2018, ore 11,33. 

 

 

 

 

(Visited 2.399 times, 15 visits today)