Calcio: Promozione, il mercato. Tutte le operazioni delle compagini nebroidee (seconda parte)

Dopo avere pubblicato la prima parte (vedere archivio), ecco il punto per la seconda parte, relativo alle due ultime settimane, sulle operazioni di mercato delle compagini nebroidee che parteciperanno al prossimo campionato di Promozione. Riflettori puntati su Acquedolci (foto in alto l’attaccante, di ritorno, NINNI CARRELLO), Rocca di Caprileone, Acquedolcese, Castelluccese, Nuova Rinascita Patti, Stefanese, Santangiolese e Sinagra…

ACQUEDOLCI: TORNA NINNI CARRELLO

Poche settimane fa si era svincolato dal Rocca di Caprileone ma Antonino “Ninni” Carrello non ha impiegato molto per trovare un’altra squadra. L’attaccante classe 1998, cresciuto nella Free Time di Capo d’Orlando, è infatti un nuovo giocatore dell’Acquedolci. Passato in forza al Città di Sant’Agata, in Promozione, Carrello ha messo a segno 18 reti tra coppa e campionato nel 2015/16, risultando decisivo ai fini della conquista dell’Eccellenza. Il giovane attaccante cattura le attenzioni dei club di Serie D, tra questi la Folgore Caratese con la quale gioca per due mesi ma la sua voglia di tornare a casa lo induce a rientrare e firmare in Eccellenza con il Rocca di Caprileone nel 2016/17. A dicembre dello stesso anno torna al Città di S.Agata (Eccellenza) e, dopo un anno, nel dicembre successivo, passa all’Asd Acquedolci contribuendo in maniera fondamentale alla vittoria storica del campionato di Prima Categoria. Lo scorso anno Carrello gioca in Promozione ancora con il Rocca di Caprileone mettendo a segno 11 gol tra campionato e coppa, diventando il capocannoniere della propria squadra. Bomber di razza, forte fisicamente e dotato di grande tecnica e progressione, con le sue prestazioni Carrello si è meritato negli anni le attenzioni di moltissimi addetti ai lavori, guadagnandosi anche la convocazione nella Nazionale LND Under 18 di mister Francesco Statuto.

Quattro stagioni da protagonista nella Santangiolese e, adesso, il trasferimento all’Acquedolci: Marco Crascì è un nuovo giocatore del club biancoverde, che ha annunciato l’ingaggio del forte jolly difensivo con il vizio del gol, addirittura 9 nel passato campionato di Promozione. Per Crascì, classe 1990, una lunga militanza proprio nel secondo campionato regionale, con le maglie di Rocca di Caprileone, Mamertina e, appunto, Santangiolese e, grazie alla sua duttilità, sarà un giocatore importantissimo per lo scacchiere di mister Perdicucci. L’Acquedolci, inoltre, pesca ancora nell’ottimo organico della Santangiolese e, dopo l’arrivo di Crascì, si assicura anche Edoardo Collura. Il classe 2000 è un terzino ambidestro e può ricoprire più ruoli in fase difensiva: dotato di grande corsa, abilissimo ed efficace nelle chiusure e ordinato tatticamente, sono le caratteristiche principali che ha messo in mostra negli ultimi positivi anni. Cresciuto, con la fascia di capitano, negli Allievi regionali della Free Time Capo d’Orlando, Collura disputa il suo primo campionato di Promozione con la maglia della Santangiolese, poi si trasferisce in Eccellenza al Città di S.Agata per poi tornare nuovamente alla Santangiolese, squadra con la quale, da titolare fisso, disputa un campionato ad alti livelli. Un altro tassello importante per completare la rosa di mister Perdicucci.

ROCCA DI CAPRILEONE: QUATTRO ACQUISTI IN POCHI GIORNI

Il dirigente Domenico Belvedere presenta l’attaccante Francesco Maniaci

Quattro acquisti nel giro di pochi giorni. Il Rocca di Caprileone, al momento del raduno per l’inizio della preparazione in sede, entra decisamente sul mercato e il direttore sportivo Renato Germanotta e il team manager Domenico Oteri, piazzano un poker di giocatori sulla strada della costruzione del nuovo organico. Arriva dal Mistretta, dove è stato l’attaccante per tanti anni nella squadra del suo paese, Francesco Maniaci, 31 anni, ex anche di Messina Sud e F24 Messina dov’è sempre andato in doppia cifra, risultando spesso un fattore determinante in area avversaria. Per l’ingaggio di Maniaci il Rocca ringrazia la Polisportiva Mistretta nella persona del direttore sportivo Massimiliano Melidone che si è dimostrata subito disponibile a liberare l’attaccante nonostante avesse già raggiunto un accordo con il club amastratino. Per la difesa innesto importante con Nazzareno Tripi, 23 anni, in grado di ricoprire più ruoli e con esperienze di rilievo in settori giovanili quali il Catania e l’Empoli. Per il difensore barcellonese l’avventura in biancazzurro ha il sapore del riscatto dopo l’amara retrocessione della scorsa stagione con il Gioiosa. Per il centrocampo ecco Delfio Cortese e si tratta di un ritorno (era già stato a Rocca nel 2011/12). Originario di San Fratello, 32 anni, è stato fortemente voluto da mister Massimo Bontempo, portando la sua esperienza in un reparto piuttosto giovane che aveva bisogno di un elemento con le sue caratteristiche. Ex Mamertina, Stefanese, Città S.Agata e San Fratello, Cortese torna a Rocca con tante motivazioni e voglia di far bene. Il primo acquisto in assoluto è stato, a inizio settimana, Giuseppe Sciliberto, 29 anni, cresciuto nel Torregrotta e con una parentesi in Eccellenza all’Orlandina e una toccata e fuga a Rocca nel 2016/17, molto abile nei calci piazzati e nei passaggi in fase avanzata. Può ricoprire tutti i ruoli del centrocampo nonché quello di attaccante esterno. Per Sciliberto, che nel suo curriculum vanta due promozioni in Eccellenza con Torregrotta e Rometta, tanta voglia di riscatto dopo la stagione sfortunata scorsa nel Gioiosa dove ha comunque messo a segno 8 reti. Inoltre, dalla New Eagles, sono stati aggregati alla prima squadra gli under (classe 2002) Silio Todaro, centrocampista (via Futura Brolo), Eddy Mostaccio, attaccante e Tony Galbato, difensore mentre è rientrato, dal prestito all’Umbertina, l’attaccante Vincenzo La Rosa.

ACQUEDOLCESE, FIRMANO NARO E SEGRETO

Il dg Sergio Mezzanotte presenta Gabriele Segreto

Acquedolcese sempre più regina del mercato estivo. La dirigenza biancoverde ha aggiunto un altro importante tassello alla già competitiva rosa a disposizione di mister Ferrara e ha annunciato l’ingaggio di Maurizio Naro, che torna così nella squadra biancoverde. Classe 1993, quindi ancora abbastanza giovane, Naro vanta una lunga esperienza e tanti gol nel corso della sua carriera: il giocatore santagatese, oltre all’esperienza in biancoverde, ha indossato le maglie del Mazzarrà, del Città di Sant’Agata, del San Fratello, della Stefanese e, nella scorsa stagione, della Sfarandina. In particolare, in quest’ultima squadra lo scorso campionato l’attaccante ha realizzato ben 30 reti tra campionato e Coppa Italia Promozione. È stato Gabriele Segreto il precedente acquisto dell’Acquedolcese. Classe 1998, il centrocampista ha militato nel Gela, nel Due Torri in Serie D, nel Rocca di Caprileone in in Eccellenza, nella Santangiolese e nuovamente nel Due Torri. Si tratta di un acquisto importante per la società biancoverde: l’ingresso di Segreto rappresenta infatti un “tassello importante per il nostro gioco a metà campo” come ha dichiarato il direttore generale Sergio Mezzanotte, ringraziando l’importantissimo lavoro di strategia svolto da Luciano Regina che da quest’anno ricopre anche il ruolo di direttore sportivo pur mantenendo la fascia da capitano in squadra: “Grazie a Luciano Regina quest’anno tutto sembra possibile. Non è ottimismo prima del campionato ma soddisfazione per un altro nuovo acquisto. Al giovanissimo Gabriele Segreto pensavo già da tempo, avendolo visto giocare col Due Torri contro di noi lo scorso campionato – ha continuato Mezzanotte -. Un confronto con il direttore tecnico Nino Liprino mi ha schiarito le idee: volevamo Gabriele nella nostra rosa a tutti i costi. Sicuramente si tratta di uno degli acquisti più importanti per la nuova stagione, un giocatore che ha militato in Serie D e non pensavamo di riuscire a portarlo nel nostro campionato di Promozione. Tuttavia, il nostro Luciano gode di rispetto e stima sportiva da parte di tutti coloro che fanno parte del mondo calcistico in cui competiamo. Quindi, grazie a lui, anche questa è fatta”. L’Acquedolcese, nel contempo, ha deciso di investire sui giovani del paese e dei vicini comuni nebroidei per rafforzare l’identità e l’appartenenza alla squadra biancoverde: per la stagione 2019/20 il direttore generale, Sergio Mezzanotte, ha deciso di perseguire questa strategia, forte dei suggerimenti dello storico dirigente Franco Crivillaro. In questa ottica ben si inquadra l’acquisto dell’attaccante Benedetto Mangione: classe 1994 e una carriera trascorsa esclusivamente al San Fratello. Dopo parecchie avances da parte della società biancoverde è arrivata la firma del contratto, grazie alla collaborazione anche con Delfio Calabrese, direttore sportivo della società sanfratellana e indimenticato giocatore dell’Acquedolcese. L’esterno sinistro Riccardo Barberi è il nuovo acquisto dell’Acquedolcese. Il classe 1998 è, quindi, un nuovo giocatore biancoverde, cercato e voluto dal direttore sportivo Luciano Regina. Dalla stagione 2012/13 Barberi si è espresso in più società e in diversi campionati, tra Promozione ed Eccellenza. Dalla Free Time Capo d’Orlando, Giovanissimi e Allievi Regionali alla Stefanese, passando da Rocca di Caprileone e Città di S.Agata per poi tornare nuovamente nella Stefanese durante il campionato scorso, vincendo i playoff di Prima Categoria con approdo in Promozione. Direttamente dallo strepitoso campionato 2018/19 della Cephaledium, oltre all’allenatore Giancarlo Ferrara, all’Acquedolcese arriva anche un giovane calciatore. Classe 2000, cresciuto nelle giovanili del Borgo Nuovo Palermo e reduce appunto dalla vittoria in campionato a Cefalù (nel quale è stato titolare per 20 partite), Alessandro Mortillaro è il nuovo portiere dell’Acquedolcese, convinto dalla fiducia che ripone mister Ferrara, sotto la cui guida tecnica ha giocato lo scorso anno. Nei giorni scorsi è stato annunciato il rientro di Nuccio Siragusa nella rosa. 29 anni, la sua carriera sportiva comincia tredici anni fa, quando giocava in Promozione con la Torrenovese, proseguendo poi con San Fratello, Acquedolcese e, infine, nella Asd Acquedolci per quattro campionati fino alla stagione passata. Quello di Siragusa è il secondo tra i ritorni di un acquedolcese nella squadra dopo quello di Giuseppe Princiotta, classe 2000, rientrato dai prestiti, negli ultimi due anni, a Folgore e Dorothea Acquedolci. 

CASTELLUCCESE, IL TERZO RINFORZO E’ CIPOLLA

Gabriele Cipolla presentato da un dirigente della Castelluccese

Terzo rinforzo per la matricola Castelluccese che, dopo il difensore Alfredo Ferrara e l’attaccante Angelo Signorello, ha ingaggiato il centrocampista Gabriele Cipolla. Giocatore di grande esperienza, il neo biancorosso, classe 1983, in passato ha disputato anche campionati di categoria superiore con società blasonate come Acireale, Sancataldese, Milazzo e Orlandina in Serie D, Giarre e ?????Raffadali in Eccellenza ma anche Real Finale e, lo scorso anno, Gangi in Promozione. Centrocampista dai piedi buoni e dall’ottima visione di gioco, Cipolla rappresenta un importante rinforzo per il contributo che potrà dare alla squadra allenata da mister Vincenzo Randazzo.

NUOVA RINASCITA, FIRMA ANTONIO MOSCA

Nuovo colpo in entrata per la matricola Nuova Rinascita Patti, che ha ufficializzato l’ingaggio di Antonio Mosca (foto sopra). Originario proprio di Patti, il classe 1997 è cresciuto nella società bianconera e, seppur ancora giovanissimo, vanta la presenza in campionati importanti quali Serie D, Eccellenza e Promozione dopo essere passato per i vivai di Catania e Messina. Successivamente indossa anche le maglie di Igea Virtus, L’Iniziativa San Piero Patti e Due Torri.

Cambiano i portieri nella Nuova Rinascita Patti, che aggiunge esperienza e spregiudicatezza. Per la prossima stagione vi saranno tre volti nuovi a difendere la porta pattese. La società si è assicurata le prestazioni dell’esperto e valido, Oreste Adamo, nella vita professionale avvocato. Un ritorno a Patti per lui dopo parecchi anni trascorsi in tanti campi della provincia vincendo diversi campionati e militando con la A.S. Capo d’Orlando che fu, Città di S.Agata, Monforte, Milazzo, Atletico Igea, Spadaforese, Castelbuonese, Oliveri, L’Iniziativa San Piero Patti, Gioiosa e Terme Vigliatore. Sarà da esempio per Davide Giuttari e Matteo Giaimo, anche loro portieri molto più giovani ma con interessanti prospettive. Un altro ritorno in casa Nuova Rinascita, che ha annunciato l’acquisto del centrocampista Anthony Scarbaci, cresciuto proprio nel settore giovanile pattese. Inizia la carriera già a 14 anni quando si trasferisce al Crotone, disputando campionati giovanili a livello nazionale; quindi il passaggio nelle giovanili dell’Acr Messina, squadra con la quale, dopo Allievi e Beretti, esordisce in Lega Pro nel 2016. Quindi, Scarbaci, classe 1997, torna in provincia e, negli ultimi anni, ha indossato le maglie di Asd Milazzo, Gioiosa e L’Iniziativa San Piero Patti in Promozione.

LE OPERAZIONI DELLA STEFANESE

Il presidente Barberi accoglie Domenico Russo

Stefanese sempre attiva sul mercato e, dopo l’addio al calcio del portiere Giuseppe Lionetto che dopo 23 anni ha deciso di dire basta, ha ingaggiato un nuovo estremo difensore. Si tratta di Domenico Russo, per il quale, in realtà è un ritorno in maglia arancionera. Andato via da giovane promessa, Russo si è fatto valere prima all’Halaesa Tusa e poi soprattutto all’Asd Acquedolci, nel quale ha anche indossato la fascia di capitano. Inoltre la società del presidente Barberi ha annunciato anche due conferme: la prima è quella di Fabio Cesarino che, nato come esterno offensivo, negli ultimi anni ha ricoperto anche il ruolo di terzino, in particolare con la maglia dell’Acquedolcese in Promozione. Cesarino, stefanese doc, si è reso protagonista della vittoria di un campionato di Prima Categoria, di due finali playoff in Prima e di una finale playoff in Seconda. Due anni fa, con i suoi 11 gol, ha trascinato la Stefanese alla finalissima con l’Altofonte mentre lo scorso anno, dopo la parentesi alla Tre Esse Brolo, ha segnato un gol pesantissimo che è valso il 2-1 in semifinale ai danni della Futura Brolo e il passaggio alla finale poi vinta contro il Supergiovane Castelbuono. Il secondo giocatore che continuerà a indossare la maglia arancionera è il giovane Francesco Morrone, classe 2002. Terzino destro che è cresciuto nel settore giovanile del club nebroideo e che si è ben distinto quando è stato chiamato in causa. Morrone vanta anche un’esperienza in Prima Categoria con la maglia del Pettineo oltre chiaramente a quella con la Stefanese con la quale ha ottenuto il salto di categoria nella scorsa stagione.

LA SANTANGIOLESE PARTE DALLE CONFERME

Francesco Pintaudi

Comincia a prendere forma la nuova Santangiolese che, dopo aver riorganizzato l’organigramma dirigenziale e confermato lo staff tecnico di mister Andrea Ioppolo, sta pensando all’organico che affronterà il prossimo campionato di Promozione. La società nebroidea comincia da alcune importanti conferme: innanzitutto dal giocatore che, sin dalla fondazione della società nel 2008, rappresenta un vero e proprio uomo simbolo, il capitano Francesco Pintaudi, punto di riferimento di tutti i giocatori e dei tifosi biancoazzurri che in lui vedono un porto sicuro. Attorno a lui ci saranno ancora Agostino Tranchita e Francesco Spinella, due santangiolesi doc che per la società equivalgono a un patrimonio tecnico di assoluto valore grazie alla loro tecnica, imprevedibilità e senso del gol. Oltre alle tre conferme, da segnalare anche un ritorno, quello di Tindaro Pintaudi, da sempre vero lottatore per la maglia biancazzurra. Da oggi riprende quel rapporto che, sei mesi fa, aveva deciso di interrompere per ristabilirsi da un brutto infortunio e ritrovare continuità con la maglia della Futura Brolo.

SINAGRA: RESTA IL BOMBER AMANTE

Giuseppe Amante

Continuano le conferme in casa Sinagra e, adesso, sono ben dieci i calciatori che indosseranno la maglia giallorossa anche nella stagione 2019/2020. L’ultimo è Giuseppe Amante: il forte attaccante messinese, che ha realizzato più di 200 reti in carriera, classe 1987, vestirà per il secondo anno la maglia della formazione nebroidea allenata da mister Sardo Infirri. Si tratta di un accordo pienamente cercato e voluto da entrambe le parti. La società ha scelto di puntare nuovamente su Amante per il grande rendimento della passata stagione, specialmente dopo un girone d’andata giocato ad alti livelli. Amante, che vanta importanti esperienze con tante squadre, tra cui Taormina, Pistunina, Igea Virtus, Città di Messina, Giardini Naxos e Gioiosa, non ha esitato minimamente accettando la proposta di rinnovo del club giallorosso, pronto a disputare il settimo campionato consecutivo in Promozione.

         Giuseppe Lazzaro

Edited by, martedì 30 luglio 2019, ore 19,20.

(Visited 562 times, 1 visits today)