Capo d’Orlando: Conclusa la festa di Santa Lucia, l’ultima dell’anno per le contrade

Si è conclusa con uno spettacolare sparo di fuochi d’artificio ieri sera la trentatreesima edizione della festa di SANTA LUCIA, nella omonima borgata di Capo d’Orlando, organizzata dal Comitato, guidato dal presidente ANTONINO MAZZONE e dalla chiesa locale diretta dall’Arciprete NELLO TRISCARI. Foto in alto, davanti alla statua di S.Lucia, da sx: il presidente MAZZONE, la componente del comitato MARIA MARCHESE, l’Arciprete NELLO TRISCARI, il direttore della Corale e organista SALVATORE MONASTRA. Altre foto in fondo al servizio, tutte di NATALE ARASI…

L’uscita di Santa Lucia per la processione

Si è conclusa con uno spettacolare sparo di fuochi d’artificio ieri sera la trentatreesima edizione della festa di Santa Lucia, nella omonima borgata di Capo d’Orlando, organizzata dal Comitato, guidato dal presidente Antonino Mazzone e dalla chiesa locale diretta dall’Arciprete Nello Triscari. La festa si è svolta nella chiesa costruita in onore della protettrice della vista ed elevata a culto, dopo vent’anni di attesa, il 17 luglio 2005 dall’allora Vescovo di Patti, Ignazio Zambito. La devozione orlandina a S.Lucia risale al 1882 quando Carlo Incudine fece costruire una chiesa nella contrada i cui ruderi resistettero sino al 1970 con la festa meta di pellegrinaggio da tutto il contado. Poi tutto svanì. L’impulso decisivo nel 1985 con la costituzione del Comitato “Pro Chiesa S.Lucia”, vent’anni di infinite questioni burocratiche e dopo che, nel 1994, l’allora vice sindaco e assessore ai lavori pubblici, Renato Lo Presti, affidò il progetto per la costruzione del luogo di culto all’architetto Domenica Fardella. Finalmente, il 17 luglio 2005, l’inaugurazione. Ieri mattina, in mezzo alle due Sante Messe con i canti eseguiti dalla Corale diretta dall’organista Salvatore Monastra, è stato distribuito il pane di mais come da tradizione. Nel pomeriggio si è svolta la processione della reliquia e del simulacro di Santa Lucia, messa conclusiva al rientro e, prima dello sparo dei giuochi d’artificio, delibazione della “Cuccìa” nello spiazzale della chiesa, piatto tipico della tradizione di Santa Lucia.

da sx: l’assessore al Culto Sara La Rosa, Maria Marchese, padre Giuseppe Gatto e l’Arciprete Nello Triscari

La Corale della chiesa di Santa Lucia

Nel giorno del suo onomastico la signora Lucia Paparone in Messina legge sull’altare nel corso della Messa Solenne

Padre Nello accoglie l’Arciprete di Piraino Carlo Musarra

          Giuseppe Lazzaro

Edited by, venerdì 14 dicembre 2018, ore 17,56.

 

(Visited 302 times, 1 visits today)