Capo d’Orlando: Consiglio caotico, approvato il bilancio. La protesta della Cgil

Con i voti della maggioranza (10) ieri sera il consiglio comunale di Capo d’Orlando (foto in alto) ha approvato il bilancio di previsione. Le picconate della minoranza per la precaria situazione economica dell’ente, le accuse del sindaco FRANCO INGRILLI’ ai cittadini morosi e la protesta dei dipendenti comunali della Cgil…

La bagarre c’è stata, com’era logico che fosse, alla fine però la maggioranza ha tenuto con dieci consiglieri presenti ed il bilancio di previsione 2019/2021 è passato nella caotica seduta del consiglio comunale di Capo d’Orlando convocata ieri sera dal presidente Carmelo Galipò. Inserito al secondo degli otto punti inseriti all’ordine del giorno dei lavori, lo strumento finanziario, dopo essere stato esposto dal ragioniere generale del comune e dirigente dell’Area Amministrativa e Finanziaria, dott. Antonino Collica, è stato picconato dai vari interventi dei consiglieri di minoranza che hanno rimarcato lo stato precario dell’ente ma il sindaco Franco Ingrillì ha risposto dicendo che lui non sarà il sindaco del dissesto. Ad assistere alla seduta – come annunciato –  anche alcuni dipendenti comunali della Cgil con in testa il segretario provinciale Nino Pizzino e Giuseppe Lanza Cariccio che hanno mostrato delle magliette rosse, memori della sinistra che fu, con la scritta:“Tutto sulle nostre spalle” e la voglia di ricordare sempre il disagio vissuto da tutti i dipendenti comunali a causa dei continui e prolungati ritardi nei pagamenti degli stipendi: allo stato, dopo avere pagato giugno, i dipendenti aspettano quelli dei mesi di luglio e agosto.

Da sx: Antonello Lanza, Nino Pizzino e Giuseppe Lanza Cariccio con la maglietta “Tutto sulle nostre spalle”

Il sistema per cercare di tornare in linea con i conti è il recupero dei crediti da parte dei tanti utenti morosi. “La colpa è di chi non paga le tasse” ha detto il sindaco che ha aggiunto di condividere il piano di riequilibrio finanziario che deve andare di pari passo con il recupero delle somme dovute da molti cittadini, “i veri responsabili di questa situazione”, ha aggiunto Ingrillì. Il punto sul bilancio, com’era previsto, si è prolungato oltre le attese e gli altri punti in scaletta saranno discussi in una prossima seduta.

          Giuseppe Lazzaro

Edited by, mercoledì 11 settembre 2019, ore 12,33. 

(Visited 725 times, 1 visits today)