Capo d’Orlando: Degrado e incuria a Forno Alto. La risposta del vice sindaco Gierotto all’interrogazione di Gemmellaro e Sanfilippo

Proseguono le interrogazioni dei consiglieri di minoranza GAETANO GEMMELLARO, capogruppo della lista ”I Paladini d’Orlando” e del consigliere indipendente GAETANO SANFILIPPO ma questa volta c’è la risposta del vice sindaco CRISTIAN GIEROTTO. Degrado e incuria in piazza Curasì in contrada Forno Alto (foto in alto e in basso)…

Proseguono le interrogazioni dei consiglieri di minoranza Gaetano Gemmellaro, capogruppo della lista ”I Paladini d’Orlando” e del consigliere indipendente Gaetano Sanfilippo, ormai in rotta con il resto dell’opposizione (per esempio Gemmellaro è il capogruppo del consigliere Sandro Gazia ma ognuno agisce in proprio) ma questa volta c’è la risposta del vice sindaco Cristian Gierotto.

“Sono giunte alla nostra attenzione svariate segnalazioni da parte di numerosi cittadini – si legge nell’atto – che vivono nelle immediate vicinanze della villetta comunale di piazza  Curasì,  sita in contrada Forno Alto, attigua alla S.S. 113, la quale versa in uno stato di completo abbandono e degrado sia per mancanza di interventi di ordinaria manutenzione, di pulizia e cura del verde pubblico che dovute al parziale cedimento della pavimentazione oltre che alla fuoruscita incontrollata dell’acqua, che ormai da parecchio tempo sversa nella piazza causando innumerevoli disagi ai fruitori e possibili situazioni di pericolo”.

Considerato che tale situazione di degrado impedisce ai residenti del luogo il libero accesso alla villetta e alla piazza e, nonostante le svariate segnalazioni ad oggi nulla è stato fatto per eliminare lo stato di degrado e di abbandono, Gemmellaro e Sanfilippo interrogano il sindaco Franco Ingrillì per sapere: se ritiene opportuno disporre l’avvio di urgenti interventi di pulizia dell’intera area pubblica, oltre che di manutenzione, disinfestazione e disinfezione della fontana, al fine di eliminare le suindicate criticità; quali altre iniziative intende intraprendere per eliminare nell’immediato le condizioni di degrado in cui versa la villetta comunale di piazza Curasì in contrada Forno Alto, per restituirla alla normale e serena fruizione dei cittadini. Chiesta, infine, la risposta scritta e l’inserimento all’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale.

Prevenire il rischio di incendi, salvaguardare l’incolumità pubblica e garantire la transitabilità delle strade comunali. Sono queste le motivazioni alla base dell’ordinanza di somma urgenza firmata, in assenza del sindaco ma di concerto con l’intera Amministrazione, dal vice sindaco Cristian Gierotto. Il provvedimento, che prevede il decespugliamento di diverse zone di territorio comunale, prende spunto dalla relazione del Servizio Patrimonio e Protezione Civile sul potenziale pericolo per la pubblica incolumità derivante dal concreto rischio di incendi, così come evidenziato dai ripetuti avvisi di allerta meteo emanati dalla Protezione Civile. Particolare attenzione verrà dedicata alle adiacenze delle strade comunali, vista la presenza di sterpaglie e vegetazione spontanea, nei pressi di abitazioni private ma anche di cortili, piazze, scuole e acquedotti. L’incarico del decespugliamento verrà affidato a “ditte private qualificate e immediatamente disponibili”. Il vice sindaco Gierotto sottolinea che “l’attenzione per il territorio non è mai venuta meno. Potenziamo gli interventi, soprattutto nelle contrade e nelle zone periferiche, in un periodo particolarmente delicato dal punto di vista climatico, per tutelare l’ambiente dal pericolo incendi e le norme igienico-sanitarie, a salvaguardia della incolumità pubblica”.

          G.L.

Edited by, martedì 26 giugno 2019, ore 15,55.

 

 

 

(Visited 430 times, 1 visits today)