Capo d’Orlando: Dopo il rimpasto in giunta distribuite le deleghe

Dopo il rimpasto in giunta e la nomina degli assessori EDDA TRISCARI e FABIO COLOMBO, il sindaco di Capo d’Orlando FRANCO INGRILLI’ (foto in alto con la nuova squadra) ha distribuito le deleghe e confermato la nomina di ALDO SERGIO LEGGIO vice sindaco (lo è stato già dal 2006 al 2016 con sindaco ENZO SINDONI e la cui ombra incombe sull’attuale amministrazione e la maggioranza per le elezioni del prossimo anno)…

Dopo la nomina della nuova giunta il sindaco di Capo d’Orlando Franco Ingrillì ha proceduto alla distribuzione delle deleghe assessoriali.

Aldo Sergio Leggio (vice sindaco): Urbanistica; Suap e Sue; manutenzione strade, illuminazione e spazi pubblici; suolo pubblico; mobilità urbana; protezione civile. Per Aldo Sergio Leggio si tratta di un ritorno dopo che ha ricoperto la carica di vice sindaco con Enzo Sindoni sindaco che, come sempre, decideva da solo e senza che la maggioranza o gli assessori potessero fiatare. E l’ombra di Sindoni offusca i ogni del sindaco e della nuova squadra assessoriale in vista delle elezioni amministrative del prossimo anno. Proseguendo nelle deleghe: 

Edda Triscari: Servizi Sociali; sanità; cimitero; culto religioso; tutela degli animali.

Fabio Colombo: Ambiente; fognatura e impianto depurazione; rifiuti; servizi esterni; patrimonio; sport e spettacolo.

Andrea Paterniti: Pubblica istruzione; politiche giovanili; associazionismo; agricoltura e pesca; artigianato; Urp; CED; acquedotto; commercio.

Il sindaco ha tenuto per sé le seguenti deleghe: Lavori Pubblici; autoparco; beni culturali; programmazione turistica; vigili urbani; bilancio; tributi; economato.

“A tutti gli assessori rinnovo l’augurio di buon lavoro – commenta il sindaco Franco Ingrillì –. Abbiamo tanti obiettivi da raggiungere da qui alla fine del mandato: lo faremo con rinnovato impegno ed entusiasmo.
Colgo l’occasione per ringraziare per il lavoro svolto il geometra Casimiro Giallanza che ha ricoperto finora l’incarico di esperto a titolo gratuito nell’ambito dei Lavori Pubblici e che per motivi inerenti l’attività professionale non potrà continuare nell’incarico”.

Giuseppe Lazzaro

Edited by, giovedì 23 gennaio 2020, ore 15,50. 

(Visited 465 times, 1 visits today)