Capo d’Orlando: Proclamati il sindaco e i consiglieri. Adesso gli assessori

Stamane il presidente della sezione elettorale n. 1 di Capo d’Orlando ha proclamato FRANCO INGRILLI’ sindaco per altri cinque anni. Insieme a lui anche i consiglieri comunali eletti alle amministrative di domenica e lunedì (foto in alto tutti gli eletti con il primo cittadino). La geografia del nuovo consiglio, le ripartizioni, le conferme e i volti nuovi e l’attesa per la nomina di uno o due assessori (il quinto è facoltativo) e due primi non eletti in rampa di lancio…

Stamane il presidente della sezione elettorale n. 1 di Capo d’Orlando, ubicata al Liceo “Lucio Piccolo” di contrada Santa Lucia a seguito dei lavori in corso alla scuola elementare di via Roma, ha proclamato Franco Ingrillì sindaco per altri cinque anni. Insieme a lui anche i consiglieri comunali eletti e proclamati. Saranno 16, di cui 11 per la maggioranza che in questa tornata elettorale è andata a Ingrillì e 5 per la minoranza assegnata alla lista del candidato sindaco, seccamente sconfitto, Renato Mangano. Una conferma sulla poltrona più importante, per Ingrillì, giunta al termine di uno spoglio che non ha mai messo in discussione la sua vittoria, tant’è che alla fine ben 35 punti di percentuali lo hanno distanziato dal suo avversario più vicino e cioè Renato Mangano: 4.661 i voti per Ingrillì per una percentuale del 61,60% mentre Renato Mangano ha riportato 1.985 voti per una percentuale del 26,24% e una profonda delusione. Più lontano il terzo candidato, Luca Giuffrè, con 920 voti ed una percentuale del 12,16%.

Maggiore invece è stata la forbice delle liste a supporto perché quella di Ingrillì, “Dalla tua parte”, ha raggiunto il 66,96% (5.066 voti) contro il 23,71% (1.794 voti) della lista di Mangano “CambiAmo Capo”. Quindi un differenziale del 43%. Lontanissima la lista di Luca Giuffrè, ispirata alla politica pura (Unione di Centro), con una percentuale del 7,36% per 557 voti ottenuti.

GLI ASSESSORI

Domani il sindaco riconfermato dovrebbe già assegnare le deleghe agli assessori. Tre di loro sono stati già designati e non dovrebbero esserci problemi sulla loro conferma mentre altri due, sempre che il primo cittadino decida di allargare a cinque la composizione dell’esecutivo (quattro assessori sono obbligatori, il quinto è facoltativo), dovrebbero essere indicati ex novo. Quelli già designati sono Aldo Sergio Leggio, già vice sindaco uscente nonché vice, dal 2006 al 2016, anche dell’ex primo cittadino Enzo Sindoni; quindi Enza Giacoponello, consigliere comunale uscente ma che in questa tornata elettorale non è tra gli eletti e Giacomo Miracola che sino ad ora è stato l’esperto del primo cittadino per la cultura e le attività artistiche e non era candidato in lista. Si vedrà se uno o due assessori saranno presi dagli eletti e se scatteranno le regole delle eventuali dimissioni da consigliere per fare posto ai due primi non eletti: Massimiliano Fardella, rimasto clamorosamente fuori dopo essere stato sempre eletto dal 1998 in poi e Massimo Reale, già consigliere dal 2011 al 2016. E i due primi non eletti hanno ottenuto un grandissimo consenso in termini di voti (Fardella 451, Reale 448) ma non è bastato. La forza della lista di Ingrillì ha fatto la differenza, soprattutto schiacciando le altre due in competizione. Un altro esempio: il consigliere uscente Graziella Facciolà non è stata rieletta, si è classificata all’ultimo posto nella lista “Dalla tua parte” ma con 218 voti che, cinque anni fa, le sarebbero bastati per essere eletta.

IL CONSIGLIO

Questo il riepilogo degli eletti al consiglio comunale di Capo d’Orlando per il quinquennio 2021/2026 e proclamati stamane in attesa di eventuali sviluppi suddetti.

MAGGIORANZA (11 seggi): ALDO SERGIO LEGGIO, EMILIANO AMADORE (ritorna dopo il periodo 2006-2011), ANGELA BONTEMPO (prima volta), VALENTINA BONTEMPO (prima volta), MARIA ROSANNA BUZZANCA (assessore uscente, prima volta eletta), SALVATORE CIRILLA (assessore uscente, prima volta eletto), FABIO COLOMBO (sempre eletto dal 2003, assessore uscente), CARMELO GALIPO’ (sempre eletto dal 2006, presidente uscente del consiglio comunale, papabile assessore), CRISTIAN GIEROTTO (seconda candidatura ed eletto per la seconda volta, primo eletto in assoluto fra tutte le liste con 717 voti, scontata la carica di presidente del consiglio), FEDERICA LI PUMA (prima volta) ed ELISA MERENDINO (prima volta). Quindi ci sono cinque volti già visti (Gierotto, Galipò, Leggio, Amadore, Colombo), due provenienti da assessorati ma senza essere stati candidati (Cirilla e Buzzanca) e quattro volti nuovi, tutte donne (le due Bontempo, Merendino e Li Puma).

MINORANZA – I cinque seggi sono di quattro uscenti con lo stesso candidato sindaco RENATO MANGANO, quindi LINDA LIOTTA (prima eletta con 510 voti), SANDRO GAZIA e FELICE SCAFIDI e un volto nuovo, GIUSEPPE TRUGLIO.

In totale il nuovo consesso civico, sceso da 20 a 16 componenti, è formato da 8 uomini e 8 donne, tutto ben diviso.

           Giuseppe Lazzaro

Edited by, mercoledì 13 ottobre 2021, ore 15,40.   

(Visited 1.865 times, 1 visits today)