Castell’Umberto: Estate, Sfaranda, Cammara. Un bilancio disastroso e un futuro nebuloso

Un bilancio disastroso. Non usa mezzi termini la minoranza consiliare del gruppo “CondiVidi Castell’Umberto” (foto in alto i componenti) per commentare il programma delle manifestazioni estive svoltesi nel centro umbertino e non solo. In evidenza anche la situazione di contrada Sfaranda dopo l’ondata di maltempo di un mese fa e il ponte pericolante a Cammara. Come sempre la minoranza utilizza anche una sottile vena di humour nel commentare quello che non va nell’amministrazione-LIONETTO CIVA…

Un bilancio disastroso. Non usa mezzi termini la minoranza consiliare del gruppo “CondiVidi Castell’Umberto” per commentare il programma delle manifestazioni estive svoltesi nel centro umbertino e non solo.

“Con l’avvento del mese di settembre ed il ritorno alla normale routine quotidiana – si legge nella nota dell’opposizione -, essendo ancora vivo il ricordo dell’estate appena trascorsa, è necessario fare un bilancio e cercare di tirare le somme dei primi mesi della nuova (si fa per dire!) Amministrazione-Lionetto!! Tutto secondo copione!! Un copione che resta immutato!! Hanno voluto fare la danza della pioggia…!!?? Ecco i risultati!!

Attenzione però, nascondere la negligenza di un’Amministrazione dietro i temporali estivi, sarebbe troppo semplice! Il problema non si sarebbe nemmeno posto se Castell’Umberto avesse ancora avuto le strutture coperte di cui disponeva fino a qualche anno fa! Non ci sarebbe stato nessun disagio nello svolgere comunque le manifestazioni previste, non avremmo visto la delusione negli occhi anche dei più piccoli degli umbertini ed invece…NO! La poca attenzione al territorio della giunta-Lionetto e Lionetto-bis ci ha portato a provare anche ad agosto la desolazione che siamo abituati, purtroppo, a vivere in inverno: i luoghi di incontro (piazza, villa, piscina) vuoti, gente costretta ad andare nei paesi limitrofi, di certo molto più attivi e creativi, per poter respirare un po’ di “aria estiva”! L’arretratezza mentale – prosegue la minoranza -, di anziani e non, di questa Amministrazione si è riflessa, naturalmente, anche nelle loro poche e non azzeccate scelte. Nessuna giustificazione potrà mai porre rimedio al disastro che è stato evidente a tutti! Non nascondiamoci sempre dietro la scusa dei pochi soldi…Gli altri paesi (Sinagra, Naso, Galati Mamertino, Ucria ecc.) insegnano! Se Castell’Umberto, infatti, ha avuto modo di partecipare a qualche evento o serata è grazie alle Associazioni che si sono fatte carico dell’organizzazione di tutta l’estate! A loro, infatti, il nostro grazie più sentito! Come se non bastasse, però, questa estate verrà anche ricordata per la valanga di fango che ha investito la contrada di Sfaranda e le contrade vicine. Attimi di terrore che, senza voler strumentalizzare assolutamente nulla di tutto ciò, si sarebbero potuti evitare! Come? Con un’adeguata raccolta delle acque bianche, la pulizia del territorio e la tempestiva manutenzione (…cose che, ricorderanno gli elettori, facevano ridere il nostro sindaco durante la campagna elettorale). Ma tutto questo non c’è stato e, come ogni volta, ci si attiva dopo che l’evento si verifica. Non si sa perché ma il concetto di prevenzione sembra non esistere nel vocabolario di qualcuno. Esattamente per lo stesso motivo ci ritroviamo con un ponte in contrada Cammara pericolante, con una corsia chiusa e con una segnaletica a riguardo, a dir poco, pericolosa. È proprio necessario sfiorare la tragedia per mettere in atto le opere di bonifica territoriale!?? Non ci si può sempre lavare le mani, come Ponzio Pilato e nascondere le negligenze amministrative con una semplice lettera considerato che proprio di fronte c’è la scuola elementare!  Ma se passiamo ad analizzare il settore turismo forse le cose saranno andate meglio…Eh no, magari! Peccato che proprio i turisti siano rimasti delusi dell’atmosfera della nostra “Estate invernale” ed esterrefatti nel vedere l’acqua della piscina, a dire di qualcuno, color petrolio! Abbiamo capito che invogliare i castanesi a vivere il paese ed attirare turisti non è proprio il punto forte di questa Amministrazione, ammesso che ne abbia uno!

Alla luce dei fatti il primo bilancio della seconda amministrazione-Lionetto Civa sembra essere abbastanza disastroso. Se il buongiorno si vede dal mattino…Castanesi prepariamoci, chissà cosa ci attende in futuro! Certi che – conclude la nota della minoranza – “chiù scuru ri menzanotti non puo’ fari…FORSE!”.

             G.L.

Edited by, lunedì 24 settembre 2018, ore 15,35.

(Visited 2.050 times, 1 visits today)