Castell’Umberto: La telenovela dello scuolabus comunale. “Bastava comprarne uno nuovo”

E’ carente il servizio di trasporto scolastico a Castell’Umberto legato ad una autentica telenovela dello scuolabus più grande. Lo rimarca il gruppo consiliare di minoranza “CondiVivi Castell’Umberto” (foto in alto i componenti) in una nota…

E’ carente il servizio di trasporto scolastico a Castell’Umberto. Lo rimarca il gruppo consiliare di minoranza “CondiVivi Castell’Umberto” in una nota.

“A dicembre – scrive l’opposizione – uno dei nostri scuolabus, quello più grande, con più di 50 posti, è stato sottoposto a revisione ma, alla luce delle nuove direttive europee per limitare l’inquinamento atmosferico, non ha superato la prova. Eppure anche il consiglio comunale più volte è stato chiamato a deliberare in materia di inquinamento. Forse l’Amministrazione Lionetto non lo ricordava! Della circolazione dei veicoli, però, se ne parla anche nella Legge di stabilità 2015. Per ovviare a questa “bocciatura” l’Amministrazione decide di spendere le risorse a disposizione per la manutenzione dello stesso scuolabus (sostituzione pneumatici ed altro) senza ottenere i risultati sperati. Le sorprese, infatti, non finiscono e, a gennaio, quando lo scuolabus viene sottoposto nuovamente a revisione, non solo non supera il controllo ma risulta addirittura non più idoneo al trasporto degli alunni. Nemmeno  questa volta – prosegue la minoranza – la nostra Amministrazione era a conoscenza della nuova disciplina in materia di circolazione di veicoli in vigore dal 1º gennaio 2019? È chiaro che, conoscendo in modo adeguato le novità legislative (comprese le proroghe), dal nostro punto di vista, sarebbe stato più opportuno acquistare un nuovo mezzo per il trasporto dei nostri bambini anziché spendere risorse economiche che, a fatica, si reperiscono per noleggiare dei pulmini necessari per poter effettuare il servizio. Volendo essere precisi, la spesa per il noleggio degli scuolabus, ad oggi, ammonta a circa 10.000 euro. Soldi comunali che si sarebbero potuti investire in modo chiaramente diverso. Senza trascurare l’incredibile circostanza che, oltre al mezzo, si sia noleggiato anche l’autista. L’ennesima dimostrazione di un’Amministrazione che non agisce né tempestivamente né con lungimiranza ma che, nel tentativo di “accomodare”, spreca solo risorse! Invitiamo ancora una volta pubblicamente gli amministratori a leggere e ad informarsi di più in materia amministrativa e, perché no, magari a compiere un’azione concreta e bella nei confronti della comunità e dei più piccoli acquistando un nuovo scuolabus e che ciò – conclude il gruppo di minoranza consiliare – non sia solo una promessa inserita in uno sterile e tardivo bilancio”.

          G.L.

Edited by, mercoledì 10 aprile 2019, ore 12,00. 

(Visited 1.095 times, 1 visits today)