Elezioni Regionali, Ars: Messina e provincia, 10 gli eletti. Fuori Laccoto, Germanà, Picciolo, Formica, Ardizzone

Secondo servizio sulle Elezioni Regionali dedicato al collegio di Messina e provincia. Nel dettaglio: i 10 eletti all’Ars non senza sorprese; le clamorose esclusioni (restano fuori LACCOTO, GERMANA’ e Brolo resta senza deputati, PICCIOLO, FORMICA, ARDIZZONE); il commento sui candidati nebroidei anche non eletti tra delusioni (ORTOLEVA, GIGLIA) e soddisfatti (PAPIRO). Quindi, in fondo al servizio, liste, candidati e i voti di preferenza riportati. Foto in alto i dieci parlamentari messinesi eletti…

Sorprese, novità e flop eccellenti. Nelle elezioni regionali Messina riscopre la propria anima di centrodestra, con un autentico plebiscito nei confronti di Nello Musumeci e della sua coalizione. E plebiscito è stato nei confronti di Forza Italia, anzi, del giovanissimo Luigi Genovese che ha superato abbondantemente quota 17.000 preferenze. Un dato che conferma come le recenti vicende giudiziarie che hanno colpito il padre, Francantonio, ex deputato nazionale del PD condannato a 11 anni in primo grado per l’inchiesta “Corsi d’oro”, non abbiano completamente scalfito il suo apparato elettorale. Più di 13.000 voti per la grande sorpresa, l’avvocato barcellonese Tommaso Calderone, che approda all’Ars a discapito di due deputati uscenti: Nino Germanà e Santi Formica che restano fuori. Formica resta al palo dopo ben sei mandati di fila. Delusione anche nell’èntourage dell’ex deputato di Brolo Nino Germanà, figlio del già senatore Basilio, in particolare sono senza parole il sindaco Irene Ricciardello (cognata di Nino Germanà) ed il vice sindaco Gaetano Scaffidi Lallaro, che hanno perso il loro punto di riferimento politico ed istituzionale.

Seggio scattato per la lista “Diventerà belissima”, il movimento creato da Musumeci, con Pino Galluzzo. Bene la lista Udc-Sicilia Vera, dove la spunta l’ex sindaco di Santa Teresa di Riva, il vulcanico Cateno De Luca, che ha già anticipato la candidatura a sindaco di Messina per le elezioni amministrative del prossimo anno. Terzo il candidato di Montagnareale Rosario Sidoti, fratello del sindaco Anna, comunque fuori dai giochi.

Grazie al listino del presidente entra all’Ars anche Elvira Amata, della lista Fratelli d’Italia-Noi con Salvini che conquista il primo seggio con il giovane Antonio Catalfamo. Malgrado il secondo posto in lista fuori il santagatese Antonio Ortoleva, sponsorizzato dal senatore Bruno Mancuso.

Il Movimento 5 Stelle si consolida in città e provincia con la riconferma all’Ars di Valentina Zafarana. Il secondo seggio per i “grillini” è andato ad Antonino De Luca. E’ uscita a testa alta, con 2.579 voti, la fotografa orlandina Antonella Papiro.

Clamoroso responso nel Partito Democratico. Scatta un solo seggio, visto il flop complessivo, che non va però al deputato uscente e leader provinciale Giuseppe Laccoto, bensì al messinese Franco De Domenico, direttore generale dell’Università ed espressione diretta del Rettore dell’Ateneo messinese, Pietro Navarra. A sua volta il prof. Laccoto proseguirà la carriera politica per una candidatura al Senato che, per le elezioni politiche 2018 appare certa, intanto Brolo passa da due onorevoli (Germanà e Laccoto) a zero. Nel PD fuori anche due candidati quotati alla vigilia come possibili outsider: Matteo Sciotto, sindaco di Gualtieri Sicaminò ed il consigliere comunale di Sinagra Emanuele Giglia, sponsorizzato dal deputato regionale uscente e non ricandidato Filippo Panarello.

Debacle per Alternativa Popolare che non raggiunge il seggio, così arriva la bocciatura per il presidente dell’Ars uscente, il messinese Giovanni Ardizzone, a cui non basta un buon risultato personale e che resta fuori dopo sei poltrone conquistate grazie al sostegno della famiglia D’Alia (il già senatore Totò ed il figlio Giampiero, senatore) prima e dopo.

Altra, clamorosa, bocciatura nella lista “Sicilia Futura” dove non viene rieletto il medico dentista messinese Giuseppe Picciolo, malgrado gli oltre 10.000 voti conquistati visto che il seggio, per la lista pro-Micari, non è scattato. Fuori anche la lista dei “Cento passi” di Claudio Fava dove l’orlandino, originario di Naso, Marcello Corrao, si aspettava molto di più dei 702 voti riportati.

          Giuseppe Lazzaro

—————————————————————————–

Candidati, voti ed eletti nel collegio della Provincia di Messina.

Il MOVIMENTO 5STELLE

Zafarana Valentina 8.140, Russo Leonardo 3.734, Mazzeo Francesco 3.142, Fanara Carlo 1.632, De Luca Antonino 6.959, La Spada Alberto 3.059, Papiro Antonella 2.579, Raffa Angela 1.581.

ELETTI: VALENTINA ZAFARANA e ANTONINO DE LUCA

———————————————————————–

Per SINISTRA ITALIA, MDP e VERDI

Fava Claudio 1.751, Bertuccelli Ketty 1.133, Campo Raffaella 2.643, Corrao Marcello 702, Grioli Giuseppe 3.761, Gullotta Francesca 799, Italiano Ciccio 864, Rella Maurizio 719.

NESSUN ELETTO

——————————————————————————–

Per SICILIANI LIBERI

La Rosa Roberto 190, Castriciano Gianluca 631, Braccini Deborah 128, Giandolfo Pietro 51, Sindoni Antonino 22, Lo Dico Marco 9, Spinelli Francesca Rita 24, Versaci Francesca 155.

NESSUN ELETTO

—————————————————————-

Popolari e Autonomisti (Musumeci presidente): Amoroso Antonietta 1.209, Briguglio Mario 2.307, Catalano Santo 2.2.10, Causarano Patrizia 99, Corona Roberto 2.218, Currenti Carmelo 3.748, Foti Silvana 110, Pettinato Marco Antonio 3.757.

NESSUN ELETTO

Sicilia vera Libertas Rete Democratica Unione di Centro (Musumeci presidente): De Luca Cateno 5.418, Sidoti Rosario 3.875, Calà Antonino 471, Corrao Helga 1.338, Lo Giudice Danilo 4.298, Panarello Caterina 112, Previti Giuseppe 843, Zirilli Daniela 399.

ELETTO: CATENO DE LUCA

Forza Italia (Musumeci presidente): Formica Santi 6.003, Barresi Cristina 81, Calderone Tommaso Antonino 13.517, Genovese Luigi 17.359, Germanà Antonino Salvatore detto Nino 11.046, Grasso Bernadette Felice 6.207, Mento Elvira 139, Raineri Mangialino Federico 1.508.

ELETTI: LUIGI GENOVESE, TOMMASO CALDERONE, BERNARDETTE GRASSO (Listino Presidente)

Diventerà bellissima (Musumeci presidente): Croce Ferdinando 3.263, D’Aveni Antonio 1.783, Galluzzo Giuseppe 5.365, Magistri Simone 1.266, Paratore Davide 4.475, Recupero Maria Rosa 399, Regalbuto Gabriella 503, Sterrantino Chiara 2.848.

ELETTO: GIUSEPPE GALLUZZO, detto Pino

Fratelli d’Italia/Noi con Salvini (Musumeci presidente): Amata Elvira 2.694, Catalfamo Antonio 4.238, Corvaja Giuseppe 2.760, Di Natale Elisabetta 502, Ortoleva Antonio Giuseppe 3.075, Pino Carmelo 2.485, Scarvaggi Sabina 103, Stancanelli Luigi 356.

ELETTI: ANTONIO CATALFAMO e ELVIRA AMATA (Listino Presidente)

—————————————————————————-

Alternativa Popolare/Centristi (Micari presidente):

Giovanni Ardizzone 4.990, Cettina Fasolo 361, Maria Grazia Fracassi 298, Massimo Franchina 679, Matteo Giuseppe Francilia 3.538, Salvatore Mammola 177, Francesca Moraci 794, Letteria Sciuto (detta Giovanna) 896.

NESSUN ELETTO

Sicilia Futura (Micari presidente): Calderone Santi 3.502, Greco Marcello 2.399, Insana Maria Grazia 387, Misiti Annita 365, Picciolo Giuseppe 10.242, Torre Barbera Carmelo 907.

NESSUN ELETTO

Partito Democratico (Micari presidente): Laccoto Giuseppe detto Pippo 7.608, Cogliandolo Letteria 40, De Domenico Francesco detto Franco 11.224, De Pasquale Mariella 78, Giglia Emanuele 2.770, Sciotto Matteo 4.359, Iapichino Giulia 32, Currò Alessia 337.

ELETTO: FRANCESCO DE DOMENICO

Edited by, martedì 7 novembre 2017, ore 11,18.

 

 

(Visited 3.832 times, 1 visits today)