Ficarra: “Evviva la Gran Signora Maria”. Chiusa la festa estiva della Madonna Annunziata

Grande partecipazione di fedeli e di persone, provenienti anche da altri centri (principalmente Brolo e Capo d’Orlando), per la festa patronale di Ficarra, sessione estiva, dedicata alla MADONNA ANNUNZIATA (foto in alto la splendida statua opera del maestro GAGINI), chiusa ieri sera. Bilancio e foto…

Maria SS. Annunziata esce dal Santuario per essere portata alle Logge: è il 4 agosto

E’ stata caratterizzata dalla riapertura, dopo i lavori svolti e completati, della chiesetta delle Logge, dedicata proprio alla Madonna Annunziata, la festa patronale, sessione estiva, di Ficarra chiusa alla mezzanotte di ieri. La comunicazione era stata presentata – pochi giorni prima della festa – dall’architetto Marcello Fallo ed i lavori sono stati collaudati dall’architetto Rosario Fonti. Qualche giorno addietro, a coronamento del procedimento amministrativo, è stata presentata al Comune la segnalazione certificata per l’agibilità. Per questo il 3 agosto, all’antivigilia, il Vescovo della Diocesi di Patti, Mons. Guglielmo Giombanco, ha benedetto la chiesa per riconsegnarla ai fedeli per continuare la pluricentenaria tradizione di presenza della statua della Madonna Annunziata nel luogo dove per la prima volta, nel lontano 1507, si è fermata per decidere in quale delle due parrocchie (chiesa Latina e Chiesa Greca, Basiliani Convento), dovesse trovare definitiva collocazione. Per quanto è stato realizzato, a nome di tutto il popolo, il sindaco Gaetano Artale ha ringraziato la Curia Vescovile che ha finanziato l’opera, gli Uffici Tecnico ed Economato, il direttore dell’Ufficio Tecnico della Diocesi padre Basilio Gullotti Scalisi, l’Economo Diocesano Mons. Francesco Pisciotta, il progettista-calcolista-direttore dei lavori architetto Marcello Fallo e ingegnere Francesco Ingrassia, l’impresa di costruzioni “Faranda” e, in particolare, l’attuale Vescovo Emerito e al tempo alla guida della Diocesi di Patti, Mons. Ignazio Zambito.

Padre Giuseppe Cavallaro durante la preghiera finale

Il programma – allestito dall’Arciprete Giuseppe Cavallaro con il Comitato festa e il patrocinio dell’amministrazione comunale – ha visto alla vigilia (4 agosto) la processione con il Santissimo dal Santuario di Maria SS. Annunziata e i bambini che hanno fatto la Prima Comunione in primavera per commemorare il Miracolo con Adorazione Eucaristica e Santa Messa; in serata fiaccolata Mariana con raduno alla Gebbia e preghiere lungo le vie del paese e il Festival Bandistico delle Terre di Sicilia, raduno di bande, in piazza Lucio Piccolo alle Logge.

Una fase della processione

Il giorno della festa Messa Cantata con la corale diretta dal maestro Fabio Catina. Quindi, alle ore 18,30, è partita la suggestiva ed emozionante processione del pesante simulacro della patrona, con una settantina di possenti portatori a intonare il grido “Evviva la Gran Signora Maria” con partenza e arrivo, nel giro di un’ora, dalla chiesa delle Logge dove la Madonna sosterrà sino al 18 agosto; la processione è stata accompagnata dal Complesso bandistico “Città di Ficarra” diretto dal maestro Fabrizio Sicilia. Al rientro il canto “Ave Maris Stella” ha chiuso la programmazione religiosa con la chiesa delle Logge comunque rimasta aperta per buona parte della notte.

Il sindaco Gaetano Artale e il maresciallo Alessandro Dimitri pochi minuti dopo la conclusione della processione

Quindi, in piazza Umberto I, concerto di Silvia Salemi e, a mezzanotte, conclusione con lo sparo dei giuochi pirotecnici alle Logge, a cura della ditta “Castorino”. Perfetto l’ordine pubblico garantito dai carabinieri della Stazione di Ucria, al comando del maresciallo Alessandro Dimitri e perfetta la regolazione del traffico da parte degli agenti della polizia locale.

Al centro il clarinettista Fabrizio Sicilia, direttore della banda musicale “Santa Cecilia” di Ficarra

Il concerto di Silvia Salemi

            Giuseppe Lazzaro

Edited by, martedì 6 agosto 2019, ore 16,00.

(Visited 245 times, 1 visits today)