Ficarra: Festa della Madonna Annunziata nobilitata dalla presenza del Vescovo Giombanco

Come annunciato ecco un ampio servizio e relativo rèportage fotografico sulla festa patronale svoltasi domenica a Ficarra in onore della MADONNA ANNUNZIATA (foto in alto la splendida statua realizzata dal Gagini), necessariamente slittata dal canonico 25 marzo scorso, poiché Domenica delle Palme. Una tradizione secolare, quest’anno nobilitata dalla presenza del Vescovo della diocesi di Patti, Mons. GUGLIELMO GIOMBANCO…

In alto: l’arrivo del Vescovo, davanti al Santuario, accolto dal sindaco Gaetano Artale

Il Vescovo della diocesi di Patti, Mons. Guglielmo Giombanco, ha presieduto ieri mattina la Santa Messa del Pontificale in onore della patrona di Ficarra, la Madonna Annunziata che, come indicato nel calendario liturgico, ogni anno si tiene il 25 marzo, necessariamente spostata quest’anno al 15 aprile per la concomitante Domenica delle Palme tre settimane fa.

In alto: la Santa Messa del Pontificale con al centro il Vescovo, ai lati padre Giuseppe Cavallaro (a sx) e padre Basilio Scalisi (a dx)

Nel suo messaggio il Vescovo etneo ha soprattutto rimarcato il significato dell’Annunciazione e ha poi impartito la benedizione alla folla di fedeli presente al Santuario con i co-celebranti, padre Giuseppe Cavallaro, parroco del luogo e dal segretario vescovile, padre Basilio Scalisi. Straordinaria la prestazione offerta dalla Corale diretta dal maestro Fabio Catina.

In alto: il maestro Fabio Catina dirige la straordinaria Corale ficarrese

Al termine, alle 12,30, la Banda musicale “Santa Cecilia” di Ficarra, diretta dal maestro Fabrizio Sicilia, ha accompagnato la processione della statua della patrona che, come sempre, pesante e in marmo come è, è stata portata a turno da una settantina di portatori in camicia azzurra inneggianti al grido “Evviva la Gran Signora Maria”, in testa alle autorità civili, militari e religiose.

In alto: l’omelia del Vescovo Giombanco

La festa della Madonna Annunziata sarà replicata dal 3 al 5 agosto per gli emigranti che tornano a Ficarra per le ferie e rappresenta uno dei momenti più importanti delle secolari tradizioni liturgiche siciliane e dei Nebrodi. Basti pensare che la statua della patrona venne realizzata dal Gagini e arrivò a Ficarra nel 1507: per questo, nel 2007, l’allora Papa Benedetto XVI concesse l’Anno Giubilare Straordinario al comune di Ficarra, per celebrare il cinquecentesimo anniversario di quell’evento.

In alto: l’uscita della Madonna Annunziata per la processione

In alto: una fase della processione

In alto: la banda musicale “Santa Cecilia” di Ficarra

           Giuseppe Lazzaro

Edited by, lunedì 16 aprile 2018, ore 11,50.

 

 

(Visited 313 times, 1 visits today)