Galati Mamertino: Rilancio del distretto enogastronomico, Pro Loco attiva

Il rilancio del distretto enogastronomico di Galati Mamertino, la costruzione di un sistema integrato di servizi turistici, la costituzione della rete tra enti locali, operatori e produttori di tutta l’area del Fitalia. E’ attiva la nuova Pro Loco, sorta pochi mesi fa nel centro nebroideo e che ha presentato anche un programma di eventi per questo mese. Un incontro si è svolto alla Sala convegni dell’Incubatore, foto in alto da sx: il sindaco NINO BAGLIO, la giornalista ALESSANDRA SERIO (segretaria della Pro Loco), il sindacalista CALOGERO EMANUELE (presidente della Pro Loco), il giornalista galatese de Il Sole 24 Ore NINO AMADORE…

Foto in alto: la Sala convegni piena di gente

Il rilancio del distretto enogastronomico di Galati Mamertino, la costruzione di un sistema integrato di servizi turistici, la costituzione della rete tra enti locali, operatori e produttori di tutta l’area del Fitalia. Focus sulle risorse dei Nebrodi e sul marketing territoriale all’incontro promosso dalla Pro Loco di Galati Mamertino e svoltosi venerdì 11 nella Sala convegni dell’Incubatore d’Impresa di contrada Contura, nel centro nebroideo. Alla tavola rotonda sono intervenuti il presidente della Pro Loco, Calogero Emanuele, il sindaco di Galati Mamertino, Nino Baglio e Nino Amadore, giornalista galatese, del Sole 24 Ore. Ha moderato la giornalista Alessandra Serio, originaria di Galati, professionalmente operante a Messina con il quotidiano La Sicilia, segretaria della Pro Loco.

Proprio dal giornalista del Sole 24 Ore è arrivato il richiamo alla necessità di recuperare la filiera enogastronomica che ha rilanciato l’ospitalità e ha inserito il centro montano nel circuito del turismo verde, settore in crescita nell’intera Sicilia e, in particolare, nel territorio del Parco dei Nebrodi. “E’ essenziale che tutti i soggetti interessati cooperino e si lavori al turismo come impresa, così da poter offrire servizi oltre che posti letto”, ha sottolineato Amadore.

“Galati può contare su quasi 40 posti letto che soltanto nel 2016 hanno accolto 5.000 presenze – ha detto Alessandra Serio -, presenze che non abbiamo visto in giro per il paese ma che hanno visitato le cascate del Catafurco, poi si sono inoltrati nell’area della riserva. Ciò vuol dire che dobbiamo rendere fruibile il nostro ricco patrimonio artistico e culturale e creare eventi di richiamo che destagionalizzino il turismo”.

“La Pro Loco conta già su 50 soci e si inserisce in un ricco tessuto sociale locale. A Galati esistono infatti una trentina di associazioni di vario genere. Siamo a disposizione di tutti e dell’amministrazione per supportare e realizzare un cammino di rinascita delle nostre tradizioni e delle nostre specificità”, ha detto il presidente Emanuele.

“Abbiamo bisogno di tutte le risorse e la collaborazione possibile – gli ha fatto eco il sindaco Baglio – e faremo la nostra parte malgrado le difficoltà economiche che tutti i piccoli centri a rischio spopolazione incontrano”.

Alla tavola rotonda sono intervenuti il senatore Bruno Mancuso, il vice presidente regionale UNPLI (Unione delle Pro Loco Italiane) Santi Gentile e il prof. Alfonso Fratacci del Circolo Artigiani e delle Arti Liberali. All’incontro, organizzato per presentare ufficialmente la neo nata Pro Loco Galati Mamertino, è stato presentato il programma varato per agosto, che si apre il 16 con un evento musicale sulla scalinata della chiesa di San Luca. Il programma è reperibile sulla pagina Facebook della Pro Loco e sul canale Instagram dove, dal 18 al 31 agosto, usando l’hashtag #prolocogalatimamertino e #contestvacanzeagalati si partecipa al contest “Galati Mamertino, la vacanza dell’anima che ti ruba il cuore”. Le foto più apprezzate saranno premiate con un soggiorno nel borgo montano.

            g.l.

Edited by, sabato 12 agosto 2017, ore 19,20. 

 

(Visited 211 times, 1 visits today)