Messina e provincia: Coronavirus, salgono a 13 i positivi all’Ortopedico di Ganzirri. Controllate 1.774 persone nel week-end

Aumentano i casi positivi al Coronavirus all’Istituto Ortopedico di Ganzirri (foto in alto) a Messina. Al momento sono arrivati a quota 13 dei quali 9 sono degenti e 4 tra medici, personale sanitario e non. Intanto, nel trascorso week-end, a Messina e provincia sono state controllate 1.774 persone per il rispetto delle norme anti-Covid 19 ma poche sono state le criticità rilevate…

Aumentano i casi positivi al Coronavirus all’Istituto Ortopedico di Ganzirri a Messina. Al momento sono arrivati a quota 13 dei quali 9 sono degenti e 4 tra medici, personale sanitario e non. Sabato è stata la volta di una portantina e una inserviente e ieri di un medico. È intenzione dell’Asp trasferire tutti i positivi al Covid Hospital del Policlinico per fronteggiare il focolaio.

Controllate 1.774 persone nel weekend

Serrata di controlli alla movida a Messina e provincia da parte della polizia. Nel trascorso week-end sono state complessivamente controllate 17 attività e 1.774 persone. I controlli, disposti dal Questore di Messina Vito Calvino presso discoteche, lidi e luoghi di ritrovo della movida, sono volti a garantire la massima sicurezza e il rispetto delle norme anti Covid-19 nei luoghi maggiormente frequentati in città e provincia nella stagione estiva. In particolare, personale della Questura e dei Commissariati di Pubblica Sicurezza di Capo d’Orlando, Patti e Sant’Agata Militello, congiuntamente a personale dei carabinieri e della guardia di finanza, ha monitorato il numero di persone presenti all’interno di locali notturni e di intrattenimento sottoposti a verifica e la regolamentazione del flusso di avventori all’interno. Obiettivo dei servizi evitare ogni tipo di assembramento e garantire il corretto utilizzo dei dispositivi di sicurezza. Interessate a Messina la zona centro – piazza Antonello, galleria Vittorio Emanuele, piazza Duomo, via Garibaldi, via Cesare Battisti – e la zona nord con particolare attenzione a Capo Peloro. In città i servizi sono stati effettuati con l’ausilio di personale della polizia municipale. Quanto emerso ha dimostrato che le prescrizioni imposte sono state rispettate e che, in più contesti, la presenza di clienti era inferiore a quanto autorizzato. Presso i luoghi di ritrovo e aggregazione di Sant’Angelo di Brolo, Patti, Gioiosa Marea, Caronia e San Giorgio (frazione di Gioiosa Marea) non sono state riscontrate violazioni. Solo in un caso gli operatori hanno comminato sanzioni per mancanza di licenza per somministrazione di alimenti e bevande e autorizzazione sanitaria. Sottoposti a verifica anche bar e paninoteche particolarmente frequentati fino a tardi dal popolo della movida. Anche in questo caso nessuna criticità.

       Giuseppe Lazzaro

Edited by, lunedì 27 luglio 2020, ore 17,25. 

(Visited 408 times, 1 visits today)