Milazzo: Detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, un arrestato e un denunciato

Un 34enne è stato arrestato ed un 28enne denunciato (entrambi di Palermo) dai carabinieri a Milazzo con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti (foto in alto e in basso i 100 grammi di hascisc e gli 11 grammi di cocaina rinvenuti e sequestrati)…

Prosegue senza sosta il quotidiano impegno dei carabinieri della Compagnia di Milazzo nel contrasto delle attività illecite ed in particolare nell’ambito delle attività di prevenzione e di contrasto dei reati in materia di sostanze stupefacenti. Nella mattinata di oggi una pattuglia, che stava effettuando un servizio di prevenzione nelle zone di maggiore transito e aggregazione di persone, ha tratto in arresto Francesco Ianniello, 34enne palermitano e denunciato il 28enne M. S., anch’egli di Palermo, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, in quanto trovati in possesso di cocaina e marijuana che gli stessi stavano trasportando e che erano verosimilmente pronte per essere immesse sul mercato locale.

I militari hanno notato i due uomini a bordo di una autovettura che avevano un comportamento sospetto e decidevano di procedere ad un controllo di polizia. Nella circostanza, poiché i giovani mostravano particolari segni di disagio, i carabinieri decidevano di sottoporli ad una accurata perquisizione personale e veicolare, a seguito della quale rinvenivano sulla persona di Ianniello, abilmente occultati, cinque panetti da 100 grammi ciascuno, per un peso totale di circa 500 grammi, di sostanza stupefacente tipo hashish ed un involucro contenente circa 11 grammi di cocaina. L’uomo, stante la flagranza di reato, veniva tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente mentre l’altro giovane veniva denunciato in stato di libertà.

Sulla droga sequestrata ed opportunamente repertata saranno svolte presso i laboratori del RIS carabinieri di Messina le analisi qualitative e quantitative. Dopo le formalità di rito Francesco Ianniello è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Barcellona a disposizione della Procura della Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto.

                 g.l.

Edited by, martedì 13 febbraio 2018, ore 18,24. 

 

(Visited 123 times, 1 visits today)