Militello Rosmarino: Dimissioni e decadenza del consiglio, interviene il sindaco Lo Re

Dopo le dimissioni di sei consiglieri di maggioranza e la decadenza del consiglio comunale a Militello Rosmarino, dove si tornerà al voto per scadenza del mandato nella primavera 2018, interviene il sindaco, avvocato CALOGERO LO RE (foto in alto)…

Hanno presentato nei giorni scorsi le proprie dimissioni sei consiglieri di maggioranza al comune di Militello Rosmarino, provocando nei fatti la decadenza del consesso civico insediatosi dopo le elezioni amministrative del 2013. Dimessi dalla carica il presidente Vincenzo Di Stefano ed i consiglieri Rosalba Conti, Lucia Cangemi, Maria Amata, Salvatore Oddo e Salvatore Ferrarotto. “Si tratta di un atto di responsabilità nei confronti dell’amministrazione e del paese – ha commentato Di Stefano – vista l’impossibilità di approvare il bilancio di previsione. Vogliamo evitare che il comune resti paralizzato dall’impossibilità di effettuare pagamenti per importanti lavori e per le iniziative già programmate per il Natale”. Con le dimissioni e l’avvio delle procedure per la decadenza, infatti, il commissario ad acta per il bilancio Angelo Sajeva già nei prossimi giorni, senza attendere i necessari tempi tecnici di trenta giorni, potrà approvare lo strumento finanziario con le funzioni sostitutive di consiglio comunale.

“Al fine di chiarire la verità e rassicurare la cittadinanza tutta di Militello Rosmarino – risponde il sindaco, avvocato Calogero Lo Re – è necessario rendere note le motivazioni che hanno determinato le dimissioni dei sei consiglieri comunali di maggioranza. In occasione dell’ultimo consiglio comunale del 14 dicembre scorso, il consigliere comunale di maggioranza, Giuseppe Amata, senza dare preventiva comunicazione né al sindaco, né al capogruppo, né al presidente del consiglio, incomprensibilmente e senza motivazione alcuna, si associava al voto contrario della minoranza, paralizzando l’operatività del civico consesso. Ciò premesso, per scongiurare ulteriore pregiudizio alla comunità militellese, di comune accordo con il sindaco, i sei consiglieri di maggioranza presentavano contestuali ed irrevocabili dimissioni al fine di far decadere l’organo consiliare ormai paralizzato e consentire al commissario ad acta di sostituirsi ad esso approvando le proposte di deliberazione finalizzate a dare ulteriore impulso all’attività politico-amministrativa dell’esecutivo. Il commissario regionale, infatti, nella giornata di ieri, 22 dicembre, ha approvato tutte le proposte rimaste inevase e, pertanto, già dal prossimo 27 dicembre l’Amministrazione comunale potrà deliberare alcune importantissime iniziative già programmate per il bene dell’intera collettività. Nella mia lunga esperienza di primo cittadino – continua e conclude il sindaco Lo Re – non mi sono mai sentito così orgoglioso e determinato, perché il gesto compiuto dal presidente del consiglio e dai consiglieri di maggioranza, figlio del grande senso di responsabilità e del profondo rispetto per la cittadinanza e per il ruolo di consigliere comunale, mi ha reso ancor più consapevole che l’impegno politico dei consiglieri di maggioranza è stato svolto con lealtà e nell’esclusivo interesse della collettività”.

              Giuseppe Lazzaro

Edited by, sabato 23 dicembre 2017, ore 13,42. 

(Visited 696 times, 1 visits today)