Mistretta: Comune, prorogato di altri 6 mesi lo scioglimento per infiltrazioni mafiose

Il Consiglio dei Ministri ha prorogato di altri sei mesi lo scioglimento del Comune di Mistretta (foto in alto il municipio)…

E’ stato prorogato di altri sei mesi lo scioglimento del Comune di Mistretta. “In considerazione della necessità di completare l’azione di ripristino di legalità all’interno dell’amministrazione comunale, il Consiglio dei Ministri ha deliberato la proroga per sei mesi dello scioglimento dei consigli comunali di San Cataldo (Caltanissetta) e Mistretta (Messina)”. Questo quanto il Consiglio dei ministri, presieduto dal premier Giuseppe Conte, ha deliberato e motivato nella seduta di ieri.  

Il consiglio comunale di Mistretta è stato sciolto nel marzo 2019 per infiltrazioni mafiose. A stabilirlo fu il decreto del presidente della Repubblica Sergio Mattarella del 28 marzo, registrato presso la Corte dei Conti il 4 aprile. Il Comune amastratino è retto da una commissione straordinaria composta dal viceprefetto a riposo Antonino Oddo, dal viceprefetto aggiunto a riposo Santo Lapunzina e dal funzionario economico-finanziario Claudia Poletti. Il commissariamento, quindi, durerà sino a inizio 2021 e venne attuato a seguito dell’operazione “Concussio” in merito alle presunte estorsioni praticate per i lavori di Fiumara d’Arte di Tusa e che sfociò nell’arresto del commercialista Vincenzo Tamburello, al tempo consigliere comunale di Mistretta, assolto in primo grado al tribunale di Patti lo scorso 12 febbraio.

           Giuseppe Lazzaro

Edited by, mercoledì 29 luglio 2020, ore 9,57. 

 

 

 

(Visited 360 times, 1 visits today)