Naso: REMS, festa per la laurea di Gabriel in Ingegneria informatica

In collegamento telematico con il Politecnico di Milano, nella struttura del REMS, a Naso, si è laureato in Ingegneria informatica GABRIEL (foto in alto, con la corona in testa, dopo la proclamazione), ristretto nella struttura residenziale dal settembre 2018…

Di Giuseppe Lazzaro, da Gazzetta del Sud (edizione di giovedì 1 agosto 2019)

In collegamento telematico con il Politecnico di Milano, nella struttura del REMS (Residenza Esecuzione Misura di Sicurezza), a Naso, dipendente dall’Asp di Messina e diretta dal dott. Giuseppe De Luca, si è laureato in Ingegneria informatica Gabriel, ristretto nella struttura residenziale sorta a seguito di quanto disposto dalla legge 81/2014 per il superamento degli ex ospedali psichiatrici giudiziari. I familiari di Gabriel e tutto il personale, a norma del regolamento penitenziario, hanno assistito alla cerimonia e successivamente partecipato ad un rinfresco organizzato dalla famiglia per ricordare l’evento. Domani, venerdì 2 agosto, il direttore generale dell’Asp di Messina Paolo La Paglia e il direttore sanitario Mimmo Sindoni si recheranno alla REMS di Naso per complimentarsi di persona con Gabriel per l’importante traguardo raggiunto, frutto del lavoro di riabilitazione e recupero umano svolto dalla struttura, unica in Sicilia insieme a quella di Caltagirone. Gabriel è ristretto a Naso da meno di un anno (settembre 2018) a seguito di una ordinanza emessa dal Tribunale di Sorveglianza di Messina ed essendo dotato di un alto quoziente intellettivo, a completamento dei colloqui psichiatrici e psicologici effettuati dall’eccellente team polispecialistico della REMS, ha ripreso gli studi universitari che aveva abbandonato per le sue patologie sopraggiunte.

Gabriel con i genitori

Gli specialisti della struttura di Naso, grazie all’autorizzazione dello stesso Tribunale di Sorveglianza, hanno stabilito un contatto con il Politecnico di Milano con il prof. Aldo Torrebruno concordando che Gabriel, completato il ciclo di studi, potesse laurearsi a distanza così come è avvenuto ed è il primo caso in Italia che avviene per una persona ristretta in luoghi particolari come la residenza assistita di Naso che, in origine, doveva essere un grande ospedale per i Nebrodi mai avvenuto.

Edited by, giovedì 1 agosto 2019, ore 14,43.

 

 

(Visited 1.247 times, 1 visits today)