Naso: Riaperto lo storico Teatro “Vittorio Alfieri”

Ha riaperto i battenti lo storico Teatro “Vittorio Alfieri” a Naso (foto in alto). In un periodo difficile è un forte segnale dato dall’amministrazione comunale per il futuro…

Foto in alto, da sx: il direttore artistico Matteo Bavera, il sindaco Daniele Letizia, l’Arciprete Calogero Tascone, il maresciallo Salvatore Zingales

Di Giuseppe Lazzaro, da Gazzetta del Sud (cronaca Sicilia di martedì 10 ottobre 2017)

Lo storico Teatro “Vittorio Alfieri” rivede la luce. In un centro, come Naso, dove negli ultimi anni alcuni immobili, compresa la vecchia sede del municipio o la storica Casa Collica, sono stati abbattuti forzatamente a causa della frana che interessa il centro storico, l’inaugurazione del teatro rappresenta un importantissimo punto di partenza verso la risalita e, se vogliamo, anche di riscatto. Non ha nascosto la commozione, al taglio del nastro, il sindaco Daniele Letizia. “A fronte di una tendenza estremamente negativa – ha detto il primo cittadino – dove la stragrande maggioranza dei teatri italiani subiscono la sorte di rimanere chiusi per anni ed abbandonati all’incuria, quasi dimenticati, l’attuale Amministrazione ha scelto invece di invertire la rotta, dedicando risorse del proprio bilancio comunale per destinarle al recupero del prestigioso edificio. Si è avvertita più che mai l’esigenza di una riapertura del Teatro perché venga restituito non solo alla cittadinanza ma anche ad una più vasta platea di cultori dell’arte e della cultura”. La direzione artistica è stata affidata al maestro Matteo Bavera per il triennio 2017/2020. “Le piccole cittadine dei Nebrodi – ha detto il direttore, già al Teatro Garibaldi di Palermo – sono da sempre ricche di intellettuali, spesso di acuta e originale intelligenza, con i quali riannodare un dialogo interrotto da troppo tempo”. Operatore di estrema sensibilità ed esperienza nell’apertura di teatri chiusi e abbandonati, Bavera adesso è pronto a dar corpo al desiderio di vedere riaprire un teatro chiuso da molti decenni e oggi invece allestito per accogliere il pubblico di Naso con rinnovata passione. Dedicato al celebre letterato Vittorio Alfieri, il teatro rappresenta uno dei simboli architettonici più significativi ed è ubicato all’ingresso principale del paese, in una parte del centro urbano di notevole rilevanza storica, ovvero sulle antiche e vetuste mura del castello. Risale al 18 dicembre 1872 la solenne cerimonia per la posa della prima pietra mentre i lavori giunsero a conclusione nel 1885. La direzione artistica di Bavera proporrà per questo triennio non solo un semplice programma delle stagioni teatrali ma un vero e proprio progetto artistico incentrato sulla valorizzazione della Città di Naso, attraverso manifestazioni artistiche di respiro nazionale ed europeo. Per questo Bavera ha coinvolto numerosi artisti di rilievo nazionale ed europeo, affinchè gli stessi possano proporre a Naso le loro più recenti produzioni, oppure creando ex novo spettacoli e Masterclass in esclusiva. La benedizione al teatro è stata impartita dall’Arciprete Calogero Tascone, era presente anche il maresciallo Salvatore Zingales, comandante la locale Stazione dei carabinieri e, in sala, tutti i posti erano gremiti.

Edited by, mercoledì 11 ottobre 2017, ore 19,53.

 

 

 

(Visited 358 times, 3 visits today)