Op. “Gotha 3”: Condanna annullata e processo da rifare per Cattafi. Pene definitive per Isgrò e Rao

       

Condanna (a 7 anni) annullata ma con rinvio e nuovo processo, davanti alla Corte d’Appello di Reggio Calabria, per l’avvocato ROSARIO PIO CATTAFI (foto in alto a sx). Definitive le condanne per due presunti esponenti di primo livello del clan dei “Barcellonesi”: GIUSEPPE ISGRO’ (foto in alto al centro) e GIOVANNI RAO (foto in alto a dx). Questa la decisione della V Sezione penale della Corte di Cassazione nell’ambito di una tranche dell’operazione “GOTHA 3”, scattata il 24 luglio 2013 ed eseguita dai carabinieri del Ros su indagini della Dda di Messina…

La V Sezione penale della Corte di Cassazione ha annullato la sentenza emessa dalla Corte d’Appello di Messina nel novembre 2015 con la quale era stata ridotta la condanna, a 7 anni dai 12 disposti in primo grado, nei confronti dell’avvocato Rosario Pio Cattafi, indicato da alcuni pentiti come il vero capo della cosca mafiosa di Barcellona Pozzo di Gotto. Proprio in appello questa aggravante era però stata limitata dopo avere trovato conferma in primo grado a seguito del processo scaturito dall’operazione “Gotha 3” scattata il 24 luglio 2013 (blitz eseguito dai carabinieri del Ros su indagini svolte dalla Dda di Messina). La Corte d’Appello aveva sentenziato che le prove della presunta mafiosità di Cattafi si fermavano al 2010, e non c’erano elementi per condannarlo in relazione agli anni successivi. Pertanto condanna annullata ma con rinvio e atti inviati alla Corte d’Appello di Reggio Calabria dove si svolgerà un nuovo processo di secondo grado a carico del Cattafi. La Suprema Corte ha invece respinto il ricorso degli altri imputati. Diventano quindi definitive le condanne per due presunti esponenti di primo livello della cosca dei “Barcellonesi”. Si tratta di Giuseppe Isgrò, di Barcellona, la cui condanna definitiva è di 7 anni e mezzo di reclusione e di Giovanni Rao, considerato il reggente della “costola” di Castroreale del clan, condannato a 5 anni e 8 mesi.

           Giuseppe Lazzaro

Edited by, giovedì 2 marzo 2017, ore 15,12.

 

 

 

 

(Visited 401 times, 1 visits today)