Op. “Gotha 3”: L’avvocato Cattafi condannato a 6 anni per associazione mafiosa

L’avvocato barcellonese ROSARIO PIO CATTAFI (foto in alto) è stato condannato a 6 anni per associazione mafiosa nel processo d’appello relativo a un troncone dell’inchiesta “Gotha 3”, scattata il 24 luglio 2012, a Reggio Calabria…

L’avvocato barcellonese Rosario Pio Cattafi è stato condannato a 6 anni di carcere per associazione mafiosa nel processo d’appello relativo a un troncone dell’inchiesta “Gotha 3”, scattata il 24 luglio 2012, a Reggio Calabria. Nel 2017 la Cassazione aveva dichiarato inammissibile il ricorso della Procura generale contro Cattafi e ordinò che bisognava rifare tutto in relazione alla condanna a 7 anni stabilita dalla Corte d’Appello di Messina per la sua presunta appartenenza all’associazione mafiosa di Barcellona Pozzo di Gotto, fino al 2000, stabilendo che dopo quella data non c’erano elementi sufficienti a supporto dell’accusa. Adesso la condanna a 5 anni di distanza dal rinvio della Cassazione presso la quale, comunque, l’avvocato Salvatore Silvestro, che difende Cattafi, può presentare ricorso.

Alla scorsa udienza celebrata a Reggio Calabria nel nuovo processo, dopo la riapertura del dibattimento, sollecitata a suo tempo dall’avvocato di parte civile Fabio Repici come rappresentante dell’Associazione nazionale familiari vittime della mafia, era stato sentito a lungo il collaboratore di giustizia ed ex capo del braccio armato delle cosche di Barcellona Carmelo D’Amico, che aveva sostanzialmente confermato le accuse nei confronti dell’avvocato Cattafi, risalenti alle deposizioni rese ai magistrati della DDA di Messina sei anni fa. Quindi il sostituto procuratore generale Antonio Giuttari, rinnovando le richieste formulate in precedenza dal collega Giuseppe Adornato, oggi pubblico ministero a Messina, aveva sollecitato per Cattafi la conferma della condanna inflitta dalla Corte d’Appello di Messina. Nel 2017 la Cassazione decise sul troncone dell’operazione antimafia “Gotha 3” sulla cosca barcellonese che riguardava oltre a Cattafi, difeso dall’avvocato Salvatore Silvestro, anche per Giovanni Rao, di Castroreale, considerato componente del quadrumvirato al vertice della criminalità organizzata barcellonese e per il “cassiere” della stessa organizzazione Giuseppe Isgrò per i quali, con il rigetto dei ricorsi difensivi, le condanne d’appello sentenziate a Messina nel novembre del 2015, diventarono definitive: 5 anni e 8 mesi per Rao, 7 anni e 6 mesi per Isgrò.

          Giuseppe Lazzaro

Edited by, giovedì 7 ottobre 2021, ore 7,49. 

(Visited 564 times, 1 visits today)