Op. “Pathology”: Sono 82 gli indagati, accuse e nomi

A conclusione delle indagini preliminari sono 82, rispetto agli originari 102, gli indagati dell’operazione “PATHOLOGY”, eseguita il 5 dicembre 2017 da carabinieri e guardia di finanza su indagini coordinate dalla Procura di Patti. Nell’atto di conclusione, firmato dai sostituti procuratori ALESSANDRO LIA e GIORGIA ORLANDO, sono contestati 117 capi di imputazione per associazione a delinquere, truffe all’Inps, falso, peculato, abuso d’ufficio e corruzione. Tra i nomi degli indagati l’avvocato di Brolo ANNA RICCIARDI, il compagno, dott. FRANCESCO PISCITELLO, il consigliere comunale di Brolo VINCENZO PRINCIOTTA con la moglie ILENIA DE LUCA, il dott. ROSARIO GERMANA’, detto Rory, di Sant’Agata Militello. In alto una intercettazione rientrante negli atti…

A conclusione delle indagini preliminari sono 82, rispetto agli originari 102, gli indagati dell’operazione “Pathology”, eseguita il 5 dicembre 2017 da carabinieri e guardia di finanza su indagini coordinate dalla Procura di Patti. Nell’atto di conclusione, firmato dai sostituti procuratori Alessandro Lia e Giorgia Orlando, sono contestati 117 capi di imputazione per associazione a delinquere, truffe all’Inps, falso, peculato, abuso d’ufficio e corruzione. Reati che si sarebbero concretizzati nelle cause incardinate davanti al tribunale di Patti per il riconoscimento di pensioni d’invalidità ed altre misure previdenziali. Nel blitz furono coinvolti anche avvocati, medici e funzionari pubblici, gestori di patronati e centri di assistenza fiscale e poi i beneficiari delle varie indennità. Furono 33 le misure cautelari disposte a suo tempo e contestualmente vennero notificati ulteriori 69 avvisi di garanzia, tutti rientrante nelle 1.218 pagine dell’ordinanza di custodia cautelare firmata dal Gip del tribunale di Patti Eugenio Aliquò. Migliaia le intercettazioni agli atti dove si evidenziò il sistema che portò a scoprire un giro vorticoso di denaro e a mettere nero su bianco i capi di imputazione. La conclusione delle indagini preliminari anticipa la richiesta di rinvio a giudizio: il prossimo passo, quindi, sarà la fissazione della data dell’udienza preliminare che dovrà essere stabilita dal Gip del tribunale di Patti.

Per 33 indagati c’è l’aggravante dell’associazione a delinquere, finalizzata ai reati contestati. Tra di loro anche l’avvocato Anna Ricciardi, ex presidente del consiglio comunale di Brolo e che, contrariamente a quanto da noi riportato poco fa, NON SI TROVA PIU’ AGLI ARRESTI DOMICILIARI, E’ SENZA ALCUN OBBLIGO E COMPLETAMENTE LIBERA DA INDAGATA, quindi il medico di Sant’Angelo di Brolo Francesco Piscitello che,  contrariamente a quanto da noi riportato poco fa, NON SI TROVA PIU’ AGLI ARRESTI DOMICILIARI, E’ SENZA ALCUN OBBLIGO E COMPLETAMENTE LIBERO DA INDAGATO, il consigliere comunale di maggioranza di Brolo Vincenzo Princiotta, coinvolto per un patronato e non per la sua attività politica con la moglie Ilenia De Luca. E ancora: il dott. Rosario Germanà, detto Rory, di Sant’Agata Militello, la dottoressa Teresa Notaro, componente di uno studio legale a Sant’Agata Militello e altri noti professionisti. Gli altri 49 indagati sono accusati per singoli episodi. In basso i nomi degli 82 indagati pubblicato su Gazzetta del Sud nell’edizione di stamane:

Giuseppe Lazzaro

Edited by, martedì 9 ottobre 2018, ore 12,19. Aggiornato per due rettifiche alle ore 13,47.

 

 

(Visited 3.739 times, 1 visits today)