Op. “Picasso”: Tre condanne e otto rinvii a giudizio

Tre condanne con l’abbreviato e otto rinvii a giudizio per il processo ordinario. Questa la decisione del Gup di Barcellona facente funzioni GIOVANNI DE MARCO, che è anche presidente del tribunale, nei confronti degli 11 originari indagati, arrestati dalla polizia del Commissariato di Milazzo l’8 maggio scorso nell’operazione “Picasso” (foto in alto una fase del blitz). In quella occasione venne sgominata una banda dedita a furti e ricettazione operante tra Milazzo e la costa tirrenica…

Il Gup, di funzioni essendo presidente del tribunale, di Barcellona Pozzo di Gotto Giovanni De Marco, a conclusione dell’udienza preliminare ha ha emesso tre condanne nell’ambito delle richieste con il rito abbreviato e rinviato a giudizio, per il processo ordinario, otto imputati per le undici persone coinvolte nell’operazione “Picasso”, condotta dalla polizia a carico di un gruppo dedito a furti e ricettazione di merce asportata in appartamenti ed esercizi commerciali tra Milazzo, Spadafora, Torregrotta, Venetico, San Pier Niceto e Pace del Mela. Il blitz, eseguito dagli agenti di polizia del Commissariato di Milazzo, scattò lo scorso 8 maggio su indagini coordinate dal sostituto procuratore di Barcellona Alessandro Liprino. La pena più pesante è toccata a Carmelo Sgrò, 24 anni, di Spadafora, condannato a 8 anni di reclusione con il riconoscimento dell’aggravante dell’associazione a delinquere e una multa di 2.000 euro. Il giovane resta rinchiuso in carcere. Un anno e quattro mesi con una multa di 1.400 euro sono stati inflitti a Maurizio Milio, 49 anni, di Milazzo, che ha ottenuto la sospensione della pena. Si tratta della condanna più lieve. Quindi 3 anni e 4 mesi e una multa di 1.000 a carico di Giuseppina Roberta Saia, 37 anni, di Pace del Mela, che è stata assolta, per non avere commesso il fatto, dalla partecipazione all’associazione a delinquere. La donna ha ottenuto la revoca della misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Il Gup De Marco, quindi, ha rinviato a giudizio: Francesco Ruvolo, 62 anni, di Milazzo; Sascha Luigi Calderone, 33 anni, di Pace del Mela; Andrea Cuzzupè, 42 anni, di San Filippo del Mela; Vincenzo Rodriguez, 26 anni, di Spadafora; Graziella Crudele, 48 anni, e Maria Ruvolo, 28 anni, entrambe di Milazzo.

Giuseppe Lazzaro

Edited by, giovedì 29 novembre 2018, ore 14,48.

(Visited 292 times, 1 visits today)