Op. “Triade”: Completati gli arresti dopo la sentenza della Cassazione

Con l’arresto di SEBASTIANO GALATI MASSARO (foto in alto), di Tortorici, si è completato il quadro dei provvedimenti relativi agli ordini di carcerazione spiccati dalla Procura Generale della Corte d’Appello di Messina a seguito della decisione definitiva della Cassazione che ha confermato e reso esecutive le condanne per l’operazione “TRIADE”. Il quadro completo e la ricostruzione…

Con l’arresto, avvenuto mercoledì, di Sebastiano Galati Massaro, 31 anni, si è completato il quadro dei provvedimenti relativi agli ordini di carcerazione spiccati dalla Procura Generale della Corte d’Appello di Messina, per il Gruppo di Tortorici, a seguito della decisione definitiva della Cassazione che ha confermato e reso esecutive le condanne per l’operazione “Triade”. Sebastiano Galati Massaro, che si trovava ai domiciliari, è stato arrestato dai carabinieri della Stazione di Tortorici, condannato a 6 anni e 8 mesi di reclusione e, al termine delle formalità di rito, è stato tradotto e rinchiuso presso la Casa Circondariale “Vittorio Madia” di Barcellona Pozzo di Gotto per l’espiazione della pena residua. In precedenza i carabinieri hanno arrestato il fratello Carmelo Galati Massaro, condannato a 10 anni, 11 mesi e 28 giorni di reclusione e, sempre per il Gruppo di Tortorici (così indicato negli atti della “Triade”), Antonio Musarra Pecorabianca, condannato a 6 anni e 10 mesi e Antonino Costanzo Zammataro, condannato a 4 anni, 5 mesi e 17 giorni.

Foto in alto, da sx: Carmelo Galati Massaro e Antonino Costanzo Zammataro; in basso, da sx: Antonio Musarra Pecorabianca e Giuseppe Aricò

Pena sospesa – invece – quella definitiva ad 1 anno per Veronica Lombardo Pontillo, moglie di Carmelo Galati Massaro. Per il Gruppo di Barcellona sono già stati arrestati Giuseppe Aricò e Filippo Biscari, entrambi condannati a 8 anni. I residui di pena riguardano, oltre alla suddetta Lombardo Pontillo, Giuseppe Cammisa, di Mazzarrà Sant’Andrea, Giuseppe Lo Presti, di Terme Vigliatore e Francesco, detto “Carmelo” Salamone, ex consigliere comunale di Terme Vigliatore, tutti a 2 anni e 4 mesi (nessuno di loro li dovrà scontare in carcere).

Filippo Biscari

L’operazione “Triade” è lo sviluppo di un’indagine condotta fin dal settembre 2013 dai carabinieri. Dalle indagini emerse come il Gruppo di Tortorici fornisse periodicamente ingenti quantitativi di hashish e marijuana ad altre due diverse articolazioni della stessa organizzazione, operanti tra Barcellona e Milazzo, che commercializzavano poi lo stupefacente sulle principali piazze di spaccio del litorale tirrenico. Il blitz dei carabinieri scattò il 20 luglio 2016. Dalle indagini emerse che la droga, grazie a spostamenti su fuoristrada lungo mulattiere e strade di montagna dei Nebrodi, finiva nelle piazze dello spaccio di Milazzo e Barcellona.

Giuseppe Lazzaro

Edited by, venerdì 20 settembre 2019, ore 12,20.

 

(Visited 4.225 times, 1 visits today)