Op. “Gotha 7”: Gestiva gli interessi del clan, dai domiciliari al carcere il “patriarca” Filippo Milone

Una lunga fedina penale che rischia di aggiornarsi a 81 anni. Arrestato e posto ai domiciliari per ragioni di età, lo scorso 24 gennaio nell’ambito dell’operazione “Gotha 7”, è passato adesso in carcere FILIPPO MILONE, definito il “patriarca” della cosca dei “Barcellonesi”. L’aggravamento della misura per l’anziano di Gala, chiesta dalla Dda di Messina, firmata dal Gip MONICA MARINO ed eseguita dai carabinieri, è inerente la presunta gestione degli interessi del clan. In particolare Milone è accusato di avere messo in piedi, pur essendo ai domiciliari, una fitta attività estorsiva in danno di generi alimentari i cui titolari erano costretti a consegnare merce in favore delle famiglie con congiunti reclusi…

Continua a leggere…

 

S.Agata Militello: Invasione di topi, blatte e insetti. Ancora niente disinfestazione e derattizzazione, la minoranza incalza l’amministrazione

Invasione di topi, blatte e vari insetti a Sant’Agata Militello visto anche il periodo. Ad un mese dall’insediamento non è stata ancora disposta la disinfestazione e la derattizzazione e il gruppo consiliare di minoranza “Sant’Agata 2023” (foto in alto i cinque componenti, da sx CARMELO SOTTILE, MELINDA RECUPERO, MONICA BRANCATELLI, NUNZIATINA STERVAGGI, GIUSEPPE PULEO) incalza l’amministrazione-Mancuso con una interrogazione…

Continua a leggere…

 

Brolo: Paolo Gullà 6 anni dopo, lo struggente ricordo dei genitori

Ricorre, in questo 13 luglio, il sesto anniversario dalla scomparsa di un giovane di Brolo amato e benvoluto da tutti, PAOLO GULLA’ (foto in alto), il classico bravo ragazzo dal sorriso sempre pronto, partecipe e grande appassionato di calcio (aveva giocato nella Tiger Brolo ed era tifoso dell’Inter). Paoletto, come tutti lo chiamavano, fu vittima di un tragico incidente stradale avvenuto, tra Capo d’Orlando e Brolo, la notte del 7 luglio 2012. Pubblichiamo lo struggente ricordo dei genitori, PIPPO e NUNZIATINA, per il loro unico figlio. La Santa Messa di suffragio sarà celebrata alle ore 18 presso la chiesa di Maria SS. di Lourdes a Gliaca di Piraino da padre Antonio Mancuso…

Continua a leggere…

 

Calcio: Orlandina, il futuro è nelle mani del sindaco. Consegnata la società

Dopo il fallimento della penultima gestione societaria e i sacrifici del presidente ROBERTO CURASI’ (foto in alto) e del suo gruppo, il glorioso vessillo dell’Orlandina calcio è giunto al punto di non ritorno. La dirigenza uscente ha consegnato al sindaco FRANCO INGRILLI’ la società e adesso si attendono acquirenti. Nell’ultima stagione l’Orlandina è retrocessa in Seconda Categoria ma con una nuova società potrà ottenere il ripescaggio in Prima…

Continua a leggere…

 

Basket: Orlandina. Il terzo acquisto è un ritorno, Davide Bruttini

E’ entrato decisamente nel vivo il mercato dell’Orlandina. Servono otto italiani e i paladini arrivano a cinque: dopo le riconferme di Laganà e Donda e gli arrivi di Mobio e Bellan, il terzo acquisto è un cavallo di ritorno. Si tratta di DAVIDE BRUTTINI (foto in alto), a Capo d’Orlando nella formidabile stagione 2007/08 (Final Eight Coppa Italia e playoff), in uscita da Treviso e che ha già vinto la A2 tre volte con Torino, Brescia e Virtus Bologna. Bruttini, ala-centro, ha firmato un biennale…

Continua a leggere…

 

Capo d’Orlando: UCM, il primo maresciallo Fabio Sarni nuovo comandante

Il primo maresciallo FABIO SARNI è il nuovo comandante dell’Ufficio Locale Marittimo di Capo d’Orlando e prende il posto del luogotenente GIUSEPPE BIONDO. Stamane l’incontro dell’ufficiale con il sindaco FRANCO INGRILLI’ e il Tenente di Vascello MICHELE ROSSANO, comandante dell’UCM di Sant’Agata Militello. Foto in alto, da sx: la comandante della Polizia Municipale MARIA TERESA CASTANO, l’assessore SUSANNA DI BELLA, il primo maresciallo FABIO SARNI, il sindaco FRANCO INGRILLI’, il Tenente di Vascello MICHELE ROSSANO, il luogotenente GIUSEPPE BIONDO…

Continua a leggere…

 

Falcone: Estorsione, rapina, maltrattamenti in famiglia. Arrestato un 30enne

Un 30enne è stato arrestato a Falcone dai carabinieri con le accuse di estorsione aggravata, rapina, maltrattamenti e violenza privata in danno dei familiari, i genitori e la sorella, sottoposti alla continua richiesta di denaro da spendere per giocare alle slot machine o acquistare sostanze stupefacenti. Il Gip del tribunale di Patti ha firmato l’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari…

Continua a leggere…