Provincia: Direzione PD, nominato il nuovo esecutivo. Il segretario Starvaggi risponde ai ribelli

E’ stato nominato un nuovo esecutivo in seno alla federazione provinciale del PD. E’ la risposta del segretario provinciale, l’avvocato santagatese PAOLO STARVAGGI (foto in alto), ai tanti e trasversali mal di pancia che hanno animato il provinciale messinese nell’ultimo periodo. Equilibrismi in maggioranza, esclusi i ribelli…

Nominato un nuovo esecutivo in seno alla federazione provinciale del PD. E’ la risposta del segretario provinciale, avvocato Paolo Starvaggi, ai tanti e trasversali mal di pancia che hanno animato il provinciale messinese nell’ultimo periodo. Equilibrismi in maggioranza, esclusi i ribelli. La nota ufficiale della segreteria messinese.

“Si è tenuta lunedì 15 luglio, a partire dalle ore 18,30 e fino alle 21,30, nella sede del PD di Messina, una importante direzione provinciale del partito. In una sala gremita, alla presenza di tanti iscritti, consiglieri comunali e della deputazione. La seduta, con diversi punti all’ordine del giorno, è stata presieduta dal presidente del consiglio comunale di Messina, Claudio Cardile stante l’assenza del presidente della direzione Mario Bolognari, impegnato quale sindaco di Taormina in attività istituzionali non differibili. È stata approvata con 49 voti favorevoli e 4 contrari la relazione del segretario Paolo Starvaggi, articolata su diversi punti, importanti e qualificanti, che sono stati posti quali coordinate attraverso cui avviare una nuova fase di riorganizzazione e rilancio del partito. Starvaggi ha trasfuso nella propria relazione alcune indicazioni contenute nella relazione del segretario nazionale Nicola Zingaretti all’assemblea del 13 luglio e, in particolare, si legge nella relazione: “Ora dobbiamo costruire il futuro, basta litigare sul passato. Al PD serve una vera e propria rivoluzione, altrimenti non ce la facciamo. Dobbiamo costruire un campo largo, plurale, di persone consapevoli. Un partito nuovo. “No” ad un partito del leader ma di un segretario che coordina quanti vogliono lavorare per il bene del partito e del Paese. Basta con l’arcipelago dove si esercita il potere, con un regime correntizio che soffoca tutto. C’è ancora un patrimonio di militanti prezioso. Usiamo la ricchezza del pluralismo interno per confrontarci sul futuro e non più per litigare sul passato”. Il segretario Starvaggi ha evidenziato nella relazione che una prima occasione di lavoro nell’unità e come comunità, può essere colta dal partito procedendo alla elaborazione di un documento del PD di Messina da trasmettere al responsabile per il Mezzogiorno del partito, Nicola Oddati che, nei prossimi giorni, manderà una prima bozza di un Piano per il Sud che vuole definire insieme a tutti i parlamentari ed alle federazioni meridionali. Inoltre Nicola Oddati, che il segretario Starvaggi ha incontrato nei giorni scorso in una riunione a Roma, ha già dato la disponibilità ad essere presente in una Festa dell’Unità a Messina e per incontri con i Circoli. Con l’approvazione della relazione si sono resi operativi i circoli territoriali, che, temporaneamente saranno articolati in 4 ambiti territoriali (Città, Area Ionica, Tirrenica e Nebrodi) ed a settembre, dopo un confronto interno, avranno un assetto definitivo, sulla base dell’ipotesi, sottoposta alla direzione, di ripartizione del territorio provinciale in 9 aree, come da schede allegate alla relazione. Quindi si è passato alla presentazione del Bilancio, che è stato approvato e subito dopo è stato nominato dalla direzione il Comitato di Tesoreria, composto da Davide Siracusano, Mario Mignano, Giuseppe Aricò ed Eleonora Maffei. Infine il segretario ha nominato e presentato alla direzione il nuovo esecutivo, che risulta così composto: Patrizio Marino (Vice Segretario); Teodoro Lamonica (coordinatore esecutivo); Piero Corona (organizzazione); Ciccio Barbalace (Circoli); Maria Teresa Parisi (Manifestazioni ed eventi – Cultura); Paolo Pino (Legalità, Immigrazione e Sicurezza); Mario Pizzino (Infrastrutture e Rapporti ordini professionali); Alberto D’Angelo (Sanità); Massimo Simeone (Rapporti con Associazioni); Giovanni Mangano (Attività produttive e sviluppo economico); Davide Bongiovanni (Enti Locali); Giovanni Dell’Acqua (Scuola); Fabio Orlando (Programmazione territoriale partecipata ed economia verde); Salvo Presti (Beni Culturali e Turismo); Carmelo Popolo (Professioni sanitarie e disabilità); Simona Caudo (Università, ricerca ed innovazione); Vincenzo Signoriello (Politiche giovanili).

          G.L.

Edited by, giovedì 18 luglio 2019, ore 10,35. 

(Visited 655 times, 1 visits today)