S.Agata Militello: Affidato il servizio di raccolta rifiuti tra pro e contro

Sette anni di contratto al costo di 2 milioni di euro l’anno. Questi i numeri dell’affidamento del servizio di raccolta rifiuti a Sant’Agata Militello appaltato, attraverso una gara, ad una ATI con ditte di Floridia e Motta Sant’Anastasia. La soddisfazione del sindaco CARMELO SOTTILE e dell’assessore GIUSEPPE PULEO, la replica del presidente del consiglio comunale ANTONIO SCURRIA…

Con delibera del funzionario incaricato, l’architetto Carmelo Gambadauro, sarà definitivamente affidato il servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti solidi urbani, differenziati ed indifferenziati, compresi quelli assimilati ad altri servizi di igiene pubblica, all’interno dell’Aro di Sant’Agata Militello. Ad aggiudicarsi la gara l’Associazione Temporanea di Imprese “Tech Servizi s.r.l. (CpG)” con sede legale a Floridia (Siracusa) e “Clean up s.r.l.” (Mandante) di Motta Sant’Anastasia (Catania). L’appalto prevede la gestione della raccolta dei rifiuti per un periodo di sette anni con un importo di circa 2 milioni di euro per singolo anno. “Si ottiene così – afferma l’assessore all’Ambiente e Lavori pubblici, Giuseppe Puleo – un notevole risparmio, rispetto a quanto costava la gestione dell’Ato. In pratica, i costi che si aggiravano su circa 4 milioni di euro sarebbero, mediamente, ogni anno, più che dimezzati”.  “L’Amministrazione – afferma il sindaco Carmelo Sottile – ottiene così il duplice obiettivo di efficienza e risparmio. Siamo riusciti ad ottenere questi importanti risultati grazie al fatto che per il servizio di spazzamento, il Centro di raccolta in contrada Rosmarino e la raccolta dei rifiuti ingombranti, abbiamo deciso, tra i pochi Comuni in Sicilia, di gestirli con personale comunale. Tutto questo, in passato, gravava sulle casse dell’Ente e, quindi, direttamente sulle tasche dei cittadini, per oltre un milione e mezzo di euro”.  “Il servizio di pulizia – continua l’assessore Puleo -, nonostante i continui e strumentali attacchi di alcuni detrattori di questa Amministrazione, ha raggiunto livelli più che soddisfacenti. Il paese è complessivamente pulito: non ci sono state interruzioni del servizio; nessuna emergenza sanitaria come accadeva spesso in passato quando, tutti ricordano senza grandi sforzi, cassonetti stracolmi e puzzolenti e si registravano cumuli di immondizia che restavano per giorni e giorni, in varie parti del paese”.

“Un servizio che sicuramente dovrà essere migliorato – aggiunge il primo cittadino Sottile –  e su cui stiamo lavorando, convinti come siamo, che la pulizia ed il decoro di un paese sono gli elementi fondamentali ed indici di una sana vivibilità che passano però anche attraverso il contributo da parte degli stessi cittadini. Pensiamo di individuare altre unità lavorative da assegnare a tali servizi per una maggiore efficienza e, soprattutto, per poter garantire la presenza, più frequente, anche nelle zone esterne al centro urbano”. Ma Antonio Scurria replica con tono diverso. “Dopo quattro anni di ordinanze sindacali urgenti – scrive il presidente del consiglio comunale in una nota -, sempre allo stesso gruppo imprenditoriale, pare che, finalmente, il Comune di Sant’Agata sia riuscito ad affidare il servizio di raccolta dei rifiuti a seguito di una gara pubblica. Sette mesi solo per la verifica dei documenti della ditta affidataria, individuata dall’Urega di Messina sin dal mese di ottobre 2016, è un record da Guinness dei primati. Nel frattempo bollette salate e paese ridotto ad un immondezzaio sono stati gli unici risultati politico-amministrativi di Sottile&c.”.

            G.L.

Edited by, venerdì 19 maggio 2017, ore 14,55. 

       

(Visited 497 times, 1 visits today)