S.Agata Militello: Atto intimidatorio contro la praticante giornalista Teresa Frusteri. Presentata denuncia alla Polizia

Atto intimidatorio, ieri mattina, contro TERESA FRUSTERI (foto in alto) che, come tutti quelli che chiedono l’iscrizione all’Ordine dei Giornalisti, proprio presso la nostra testata sta svolgendo i due anni di praticantato necessari. Ignoti hanno bucato la gomma della sua Renault Clio e, con l’assistenza dell’avvocato PAOLO STARVAGGI, stamane è stata presentata denuncia contro ignoti al Commissariato di polizia di Sant’Agata Militello. Nel servizio la denuncia dove vengono ricostruiti i fatti. Piena solidarietà della nostra redazione a Teresa Frusteri che, con coraggio (e grazie anche alla sua abilità con video, foto e montaggi), in questa estate – come in tanti santagatesi sostengono anche sui social – costituisce una delle pochissime voci libere della cittadina…

LA DENUNCIA

Procura della Repubblica di PATTI

Tramite COMMISSARIATO DI P.S. DI S.AGATA MILITELLO

La sig.ra FRUSTERI Teresa, nata il 19.08.1983 a Sant’Agata Militello (ME) ed ivi residente in via Roma n. 53, espone quanto segue:

la scrivente sta svolgendo il praticantato presso una testata giornalistica on line (Glpress.it), inoltre, gestisce un blog su Internet denominato “Vox Populi” attraverso il quale denuncia, grazie alle tante segnalazioni di cittadini, le situazioni di criticità che sono d’interesse per la comunità di S.Agata Militello. La sottoscritta è, poi, proprietaria di un’autovettura Renault Clio, che è stata oggetto di un recentissimo atto di danneggiamento.

Precisamente, in data 09.07.2019, ore 12,15 circa, la scrivente era andata a riprendere la propria autovettura che, all’incirca un’ora prima, aveva parcheggiato nei pressi della sede INPS di S.Agata Militello. La sottoscritta si metteva alla guida della propria auto e – poco dopo – sentiva uno strano rumore, non dava però molto peso alla cosa finchè, giunta nella discesa vicina – a circa 100 mt -, veniva fermata da un passante che le diceva di fermarsi perché aveva una ruota a terra. La sottoscritta si fermava subito e, scesa dall’auto, verificava che effettivamente c’era la ruota anteriore lato passeggero a terra. Allora, non sapendo cosa fare, chiamava subito il proprio meccanico di fiducia, Fontana Giuseppe ed un amico, Virzì Antonino, i quali dopo poco giungevano sul posto. Il meccanico, unitamente all’amico, provvedevano alla sostituzione della gomma con quella di scorta e, dopo aver controllato quella sostituita, sia lui che l’amico, facevano notare che la gomma era stata bucata volutamente da qualcuno, verosimilmente con un cacciavite o altro oggetto appuntito. “Ovviamente – verbalizza Teresa Frusteri – la cosa mi ha allarmata e destabilizzata, anche perché temo che la cosa possa ripetersi, che qualcuno mi abbia preso di mira”.   

La ruota bucata

Pertanto, alla luce di quanto sopra esposto, la scrivente propone formale

Denuncia/Querela contro ignoti, chiedendo che siano iniziate le indagini preliminari per l’identificazione degli stessi e che, una volta identificati, si proceda penalmente contro di essi nei modi e termini di legge per tutti gli eventuali reati che dovessero emergere dalle indagini. Con riserva di costituzione di parte civile per il ristoro di tutti i danni materiali e morali subiti nell’istaurando procedimento penale.

Chiede ai sensi e per gli effetti dell’art. 408 c.p.p. di essere informata circa l’eventuale richiesta di archiviazione ed eventuali proroghe delle indagini. Dichiara fin da ora di opporsi all’eventuale emissione di decreto penale di condanna.

Si allega: 1) copia foto della gomma bucata (altra foto sotto).

  1. Agata M.llo (ME), 10 luglio 2019

              G.L.

Edited by, mercoledì 10 luglio 2019, ore 15,53.

 

 

 

(Visited 4.886 times, 26 visits today)