S.Agata Militello: Covid. Per la minoranza Mancuso dietro la lavagna e lodi a Castrovinci

Il gruppo di minoranza consiliare di Sant’Agata Militello ribadisce ancora una volta le gravi criticità nella gestione della situazione Covid mettendo dietro la lavagna il sindaco BRUNO MANCUSO e lodando quello di Torrenova SALVATORE CASTROVINCI per quello che sta facendo per il territorio…

Il gruppo di minoranza consiliare di Sant’Agata Militello ribadisce ancora una volta le gravi criticità nella gestione della situazione Covid-19. “Non possiamo sottacere e stigmatizziamo – scrivono in una nota i consiglieri Giuseppe Puleo, Nunziatina Starvaggi, Antonio Vitale e Monica Brancatelli –  l’atteggiamento del sindaco Bruno Mancuso e della giunta per il silenzio e la complicità tenuti sulla soppressione dell’hub vaccinale di S.Agata, l’unico luogo in Italia dove esiste un presidio ospedaliero e non c’è hub vaccinale, nonostante sia stato punto di riferimento del territorio dei Nebrodi, arrivando a somministrare 700/800 dosi giornaliere; davvero non si comprende la chiusura. Altrettanto inaccettabile è la sospensione nel nostro territorio dell’utilizzo del macchinario per processare i tamponi molecolari nel laboratorio di analisi dell’ospedale di via Medici. Infatti i tamponi molecolari finalmente venivano realizzati nel nostro territorio con evidenti benefici in termini di tempi di attesa dei risultati. Da un paio di giorni, invece, le provette  vengono nuovamente trasferite nei laboratori di Messina con i conseguenti aumenti dei tempi di attesa che inciderà anche sui tempi di quarantena. Infine – conclude la nota della minoranza – non possiamo che prendere atto che l’unico sindaco che sta portando avanti con forza una battaglia sulle criticità della gestione Covid sia quello di Torrenova, Salvatore Castrovinci”.

g.l.

Edited by, giovedì 18 novembre 2021, ore 17,50. 

 

(Visited 472 times, 1 visits today)