S.Agata Militello: Da Marta Danisi a Eugenio Vinci, la maledizione di mezz’agosto si ripete

Una vera e propria maledizione si è abbattuta su Sant’Agata Militello. La morte in Croazia del manager EUGENIO VINCI si accoppia alle tragedie della strada di questa estate, vittime l’assistente amministrativa CONCETTA SALVATRICE GENTILE e il lavoratore precario GIUSEPPE MONDELLO. E maledizione ancor di più a mezz’agosto: un anno fa esatto, nel crollo del Ponte Morandi a Genova, insieme al fidanzato moriva la giovane infermiera MARTA DANISI (foto in alto)…

Una vera e propria maledizione si è abbattuta su Sant’Agata Militello. In questa estate sono tre le vittime che la comunità piange per quanto avvenuto. Il 16 giugno, quando era appena uscita con il marito dal lido “Tapica beach”, l’assistente amministrativa Concetta Salvatrice Gentile (foto sotto), 61 anni, ha perso la vita dopo che venne travolta dall’auto condotta da una ventenne di Torrenova.

Un mese esatto dopo, il 16 luglio, l’incidente stradale sul lungomare, tra un’auto guidata da un diciannovenne del luogo ed una bici, in cui ha trovato la morte il lavoratore precario di 44 anni Giuseppe Mondello (foto sotto) che, qualche ora prima, aveva appreso di essere stato assunto in un temporaneo cantiere di lavoro.

Quindi, il 13 agosto, la morte del manager Eugenio Vinci, 57 anni, per una caduta su una imbarcazione in Croazia dopo avere respirato dei gas di scarico che lo hanno stordito facendogli perdere conoscenza ed equilibrio. E un anno fa, la mattina del 14 agosto 2018, una delle più immani tragedie della storia d’Italia del dopoguerra con il crollo del Ponte Morandi a Genova con 43 vittime. Tra di loro la santagatese Marta Danisi, 29 anni, deceduta insieme al fidanzato che doveva sposare, il toscano di 32 anni Alberto Fanfani.  Marta, che verrà ricordata questa sera in una Santa messa di suffragio, si era trasferita a Pisa nel 2014 dove lavorava come infermiera presso l’ospedale “Cisanello”. Il 20 aprile precedente la giovane santagatese aveva annunciato sui social l’inizio del suo nuovo lavoro presso l’ospedale “SS. Antonio e Biagio” ad Alessandria. Il suo fidanzato Alberto, invece, era un medico di Firenze.

           Giuseppe Lazzaro

Edited by, mercoledì 14 agosto 2019, ore 14,28. 

(Visited 19.367 times, 24 visits today)