S.Agata Militello: Detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, arrestato uno studente

Prosegue la capillare attività di controllo dei carabinieri che, a Sant’Agata Militello, hanno puntato l’attenzione su una piazza di spaccio gestita da giovani. Dopo quello della settimana scorsa, nuovo arresto: in manette è finito uno studente di 19 anni, originario di Valderice, dimorante nel centro santagatese per motivi di studio. Detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti l’accusa contestata (foto in alto il materiale sequestrato dai carabinieri)…

I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Sant’Agata Militello hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, il 19enne C.D., originario di Valderice (TP) ma dimorante a Sant’Agata Militello per motivi di studio. La capillare attività di prevenzione e repressione dei reati svolta dall’Arma sul territorio, finalizzata a contrastare la continua e pervasiva diffusione di sostanze stupefacenti, soprattutto tra giovani e giovanissimi, ha permesso di individuare una nuova piazza di spaccio proprio nel centro cittadino. I militari operanti, insospettiti dal continuo viavai di ragazzi in una determinata via di Sant’Agata Militello, hanno intrapreso una serie di mirati servizi, che hanno consentito di individuare il giovane tratto in arresto. Lo stesso, nel corso della nottata, fermato nei pressi della sua abitazione e sottoposto ad attenta perquisizione personale, veniva trovato in possesso di diverse dosi di sostanza stupefacente del tipo cannabis indica. La perquisizione, estesa anche a casa, consentiva di rinvenire un ulteriore quantitativo di sostanza stupefacente dello stesso tipo, nonché strumenti necessari per il confezionamento in dosi, un bilancino di precisione ed una ingente somma di denaro in banconote di diverso taglio.

Alla luce dei fatti lo studente veniva arrestato per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Contestualmente i carabinieri procedevano al sequestro del materiale trovato nell’abitazione, tra cui oltre 100 grammi di marijuana, sulla quale saranno eseguite le previste analisi di laboratorio presso il RIS dei carabinieri di Messina. L’arrestato, informata l’Autorità Giudiziaria competente, è stato tradotto in regime di arresti domiciliari presso il proprio domicilio, in attesa dell’udienza di convalida davanti al giudice del tribunale di Patti.

             G.L.

Edited by, mercoledì 8 novembre 2017, ore 10,35. 

(Visited 1.304 times, 1 visits today)