S.Agata Militello: Precari e Distretto Socio-Sanitario, le ultime novità

Il sindaco di Sant’Agata Militello CARMELO SOTTILE (foto in alto) annuncia le ultime novità in tema di precari (altro passo verso la stabilizzazione ma dipende sempre dalla Regione Siciliana) e di Distretto socio-sanitario (S.Agata comune capofila) e relativi finanziamenti…

La giunta comunale di Sant’Agata Militello ha approvato la delibera con cui, in attuazione agli adempimenti dettati dall’ultima nota dell’assessorato regionale della Famiglia, delle Politiche sociali e del lavoro in materia di soggetti utilizzati in attività e lavori socialmente utili per l’aggiornamento del programma di stabilizzazione, viene avviato il  programma di fuori uscita che riguarda tutti i lavoratori precari, prioritariamente per i titolari di contratto di diritto privato part-time (88 lavoratori) e successivamente per il personale ASU (54 dipendenti),  confermando il programma di fuoriuscita indicato nella delibera di giunta di un anno fa relativamente al personale contrattista e rimodulando il programma  per il personale ASU, compatibilmente con le capacità assunzionali dell’Ente e subordinatamente alla storicizzazione dei finanziamenti regionali. Alla Regione Sicilia tocca l’onere di assumere l’impegno a storicizzare i flussi di spesa per la quota a carico regionale sostenuta finora, ai sensi della normativa di riferimento per il personale contrattista, nell’eventualità della trasformazione dei contratti da tempo determinato in essere a tempo indeterminato a 24 ore e a finanziare la stabilizzazione per i 54 lavoratori ASU in forza all’Ente con contratto a tempo indeterminato che, tenuto conto del contributo riconosciuto dal comma 5 dell’art. 11 L.R. 8/2017, pari all’importo dell’assegno di utilizzazione per ogni lavoratore ASU, non potrà superare le 12 ore settimanali, dovendo garantire un compenso non inferiore a quello percepito in qualità di lavoratore socialmente utile, salvo ulteriore finanziamento da storicizzare a carico della Regione. Al 31 dicembre 2017 l’organigramma  del personale dipendente a tempo indeterminato in forza presso l’ente  risulterà di 82 posti coperti a fronte dei 200 posti in organico e, quindi, con una capienza di 118  posti vacanti. La stabilizzazione dovrà tenere conto dei limiti della disponibilità economica dell’ente e verrà attivata fermo restando il co-finanziamento da parte della Regione Siciliana per quanto attiene i lavoratori ASU in forza all’ente tenendo conto dei limiti posti alla capacità assunzionale prevista dalla normativa nazionale e regionale. Costo complessivo previsto intorno a 470.000 euro di cui 150.000 a carico del comune e 320.000 a carico della regione.

Due milioni e 400 mila euro con i Fondi PAC per il Distretto Socio-sanitario 31 e 623.000 euro con i fondi “PON inclusione” per AOD n. 1 di Sant’Agata Militello. “La nostra Amministrazione Comunale – commenta il sindaco Carmelo Sottile -, di concerto con i Comuni aderenti al Distretto socio-sanitario 31 di cui siamo capofila, grazie alla professionalità di un gruppo competente e qualificato di dipendenti comunali che opera nell’area politiche sociali guidato dall’ingegnere Giovanni Amantea, è attivamente impegnata nel reperimento di risorse e nell’attuazione di progetti che consentano di attenuare il disagio sociale ed economico che, soprattutto le fasce più deboli, scontano in questo periodo. Alle iniziative già svolte ed in corso di svolgimento come l’assistenza domiciliare agli anziani, dei disabili nella scuola, il contrasto alla povertà ed altre ancora, si aggiungono iniziative ed opportunità offerte dai fondi Pac del Ministero della Coesione Sociale per il piano d’intervento anziani non autosufficienti ed il programma infanzia, con una previsione di investimento complessivo per il nostro Distretto di oltre 2,4 milioni di euro “a cui  segue la compilazione di formulari per la presentazione dei Piani di Intervento anziani e infanzia, che vanno inoltrati al medesimo Ministero”. Nello specifico il Ministero dell’Interno ha trasmesso il Decreto n. 1883 PAC del 25/10/2017 di approvazione del Piano di Intervento per i Servizi di cura all’Infanzia del Secondo atto di Riparto delle risorse presentato dal Comune di Sant’Agata di Militello, in qualità di capofila del Distretto Socio-Sanitario D31, con un finanziamento con importo complessivo di € 1.029.321,94. Già ad agosto sempre il Ministero dell’Interno aveva trasmesso un altro  Decreto che finanzia il Piano di Intervento Servizi di cura agli Anziani non autosufficienti, presentato dal Comune di Sant’Agata Militello, capofila del Distretto Socio-Sanitario D31, per un importo complessivo di euro 1.276.913,48.

g.l.

Edited by, sabato 28 ottobre 2017, ore 10,39.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(Visited 822 times, 1 visits today)