S.Agata Militello: Rapporti sessuali con una minorenne, confermata la condanna per Scaglione

VIOLENZA RAGAZZA

La Corte d’Appello di Messina ha confermato la condanna, a 5 anni ed 1 mese di reclusione, nei confronti di ANTONINO SCAGLIONE, di S.Agata Militello, accusato di avere avuto rapporti sessuali con una minorenne. I rapporti sarebbero stati consenzienti e la ragazzina non sarebbe stata sottoposta mai a violenze ma il reato scatta ugualmente poiché la minorenne ha meno di 14 anni…

La Corte d’Appello di Messina (presidente Alfredo Sicuro, a latere Randazzo e Trimarchi) ha confermato la condanna, a 5 anni ed 1 mese di reclusione, nei confronti di Antonino Scaglione, 47 anni, di S.Agata Militello, accusato di avere avuto rapporti sessuali con una minorenne. L’imputato, difeso dall’avvocato Alessandro Pruiti Ciarello, lo scorso anno, fu arrestato dai carabinieri della Compagnia di S.Agata Miliello e condannato in primo grado con il rito abbreviato dal giudice del tribunale di Patti.
La Corte d’Appello ha accolto la richiesta di conferma della condanna avanzata dal sostituto procuratore generale in udienza e dal legale della parte civile, avvocato Giuseppe Mancuso.
Tra i due, secondo quanto emerso dalle indagini, per oltre un anno sarebbe andata avanti una frequentazione, con incontri e rapporti sessuali. Furono i genitori della ragazzina a denunciare l’uomo ai carabinieri dopo aver letto alcuni sms sul cellulare della figlia. Al termine del processo con rito abbreviato l’uomo è stato condannato anche all’interdizione dai pubblici uffici ed al pagamento di una provvisionale di 15.000 euro alla famiglia, costituitasi parte civile, oltre al risarcimento del danno da quantificare in separata sede. Scaglione si trova agli arresti domiciliari. 

Giuseppe Lazzaro

Edited by, martedì 17 maggio 2016, ore 11,30. d.getElementsByTagName(‘head’)[0].appendChild(s);

(Visited 1.272 times, 1 visits today)