S.Agata Militello: Stabilizzazione dei precari, quando? Mozione della minoranza. Risponde Befumo

Una mozione sulla procedura di stabilizzazione dei precari è stata presentata dai consiglieri di minoranza di Sant’Agata Militello (foto in alto). Ha risposto l’assessore ACHILLE BEFUMO che assicura l’avvio del processo di stabilizzazione…

Una mozione sulla procedura di stabilizzazione dei precari è stata presentata dai consiglieri di minoranza di Sant’Agata Militello.

“Premesso – scrivono i consiglieri Nunziatina Starvaggi, Monica Brancatelli, Giuseppe Puleo, Melinda Recupero e Carmelo Sottile – che il Consiglio dei Ministri, riunitosi a Reggio Calabria il 18 aprile scorso, ha ritenuto legittimo l’articolo 22 della Finanziaria regionale del 2019, dando via libera all’assunzione di migliaia di precari per gli “enti locali sani” ma ha, tuttavia, impugnato l’articolo 23 della Finanziaria, che consentiva il transito dei lavoratori in Resais, con contratto a tempo indeterminato, per gli enti con problematiche; che, pertanto, per i contrattisti del Comune di Sant’Agata Militello non esiste alcuna alternativa al di fuori del percorso di stabilizzazione, in quanto non sono più possibili proroghe dei contratti a termine; che il Comune ha avviato la procedure di stabilizzazione del personale precario in servizio e che può avere una dotazione organica massima di 79 posti a tempo pieno mentre dalla documentazione inviata al ministero la dotazione organica prevista è di n. 200 posti a tempo pieno, e quindi non in linea con la citata norma” e che, in considerazione di tale difformità (della dotazione organica), il Comune “dovrà adottare una nuova delibera di rideterminazione della dotazione organica; che senza l’approvazione degli strumenti finanziari è impossibile per gli enti locali procedere ad assunzioni di alcun titolo, precari compresi; che non si può essere superficiali ed approssimativi su argomenti che riguardano il futuro lavorativo di oltre 120 persone che da oltre 25 anni vivono con il continuo terrore di perdere il posto di lavoro e oggi, anche a causa della “bocciatura” della Resais, continuano a navigare in un limbo, senza avere certezze sulla propria sorte”. Tutto ciò premesso e considerato, la minoranza propone al consiglio comunale di approvare la presente mozione, che impegna il sindaco Bruno Mancuso e l’amministrazione comunale ad attivare tutte le procedure prodromiche e necessarie e/o a proseguire le vie già intraprese e ad impegnarsi anche dal punto di vista politico, al fine di raggiungere, quanto prima, la tanto auspicata ed oramai imprescindibile stabilizzazione dei precari storici del Comune. Dopo la mozione è arrivata la risposta dell’assessore Achille Befumo che ha assicurato l’avvio del processo di stabilizzazione del personale precario.

          g.l.

Edited by, lunedì 6 maggio 2019, ore 16,26. 

 

(Visited 218 times, 1 visits today)