S.Stefano di Camastra: Ruba un’auto ad Acquedolci. Arrestato, patteggia la pena

Un 29enne nato in Iraq ma residente in Svezia è stato arrestato dai carabinieri a Santo Stefano di Camastra dai carabinieri (foto in alto la caserma) con l’accusa di avere rubato un’auto ad Acquedolci. L’uomo ha patteggiato le pena…

I carabinieri hanno arrestato a Santo Stefano di Camastra, in flagranza di reato, il 29enne S.B.S., nato in Iraq ma residente in Svezia, ritenuto responsabile del reato di furto aggravato di autovettura. L’uomo ha sottratto un’auto lasciata temporaneamente incustodita dalla conducente in sosta sulla pubblica via, con le chiavi d’accensione inserite. La proprietaria, immediatamente accortasi del furto, ha avvisato i carabinieri della Stazione di Acquedolci, che hanno avviato le ricerche del veicolo rubato, allertando, tramite la Centrale Operativa della Compagnia carabinieri di Santo Stefano di Camastra, le altre pattuglie presenti sul territorio. Le pattuglie hanno perlustrato le possibili vie di fuga che il ladro poteva percorrere, intercettando, dopo pochi minuti, l’autovettura rubata che è stata bloccata da una gazzella dell’Aliquota Radiomobile in località Gebbiola a Santo Stefano di Camastra.  Il ladro è stato arrestato per il reato di furto aggravato e, su disposizione della Procura della Repubblica di Patti, è stato ristretto presso le camere di sicurezza in attesa di comparire davanti al giudice del tribunale di Patti per l’udienza di convalida dell’arresto ed il processo con il rito direttissimo. E il giudice Chiara Catalano, accogliendo la richiesta avanzata dal legale di fiducia, avvocato Daniele Corrao, ha concesso il patteggiamento della pena allo straniero a 8 mesi di reclusione e al pagamento di una multa di 102 euro e rimettendo in  libertà l’uomo.

             G.L.

Edited by, martedì 14 gennaio 2020, ore 14,46. Aggiornato alle ore 18,15. 

 

(Visited 1.775 times, 1 visits today)