S.Stefano di Camastra/Caronia: Controlli CC. 6 persone denunciate e 3 segnalate

Sei persone denunciate tra le quali anche un indebito percettore del Reddito di cittadinanza e i titolari di due locali per mancato rispetto delle norme anti-Covid e tre segnalate. Questo il bilancio di una attività di controllo dei carabinieri della Compagnia di Santo Stefano Camastra che, insieme ai militari del Nucleo Cinofili e del NIL, svolta nel trascorso week-end nel centro stefanese (foto in alto un posto di controllo a Porta Palermo) e Caronia…

Nel trascorso week-end i carabinieri della Compagnia di Santo Stefano di Camastra, con il supporto dei carabinieri del Nucleo Cinofili di Nicolosi e del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Messina, hanno intensificato i controlli lungo le principali arterie del comprensorio di Santo Stefano di Camastra e Caronia. In particolare sono stati predisposti controlli finalizzati alla prevenzione e contrasto dell’illegalità diffusa, alla verifica del rispetto delle norme del Codice della Strada, con particolare riguardo al contrasto della guida in stato d’ebbrezza ed alle norme sul lavoro e alla tutela ambientale. I servizi hanno previsto l’intensificazione delle pattuglie lungo le principali arterie stradali e il controllo di locali, anche per garantire il rispetto della normativa anti-Covid. Nel corso dell’attività di controllo i militari dell’Arma hanno proceduto, segnalandoli all’Autorità Giudiziaria, nei confronti di:

4 persone per guida in stato di ebrezza alcolica, poiché fermati alla guida di autoveicoli, a seguito di accertamento con alcol test, risultavano con un tasso alcolico superiore a quanto consentito;

Una persona per indebita percezione del Reddito di cittadinanza poiché ometteva di comunicare all’Inps la propria DSU, continuando così a percepire il reddito di cittadinanza non spettategli;

2 titolari di altrettanti esercizi commerciali per violazioni alle norme della tutela del lavoro. L’attività ispettiva dei carabinieri ha consentito di accertare la presenza di 5 lavoratori in nero e la violazione alla normativa sulla formazione del lavoratore. A seguito delle violazioni accertate a carico dei due titolari sono state comminate sanzioni per l’ammontare totale di 19.700 euro ed è stata avanzata, agli organi competenti, la proposta di sospensione delle attività;

Una persona per utilizzo abusivo di sistema di videosorveglianza all’interno di un esercizio commerciale.

Durante il servizio, che ha consentito di sottoporre a controlli ed accertamenti di polizia 110 veicoli ed oltre 150 persone con la contestazione di 35 violazioni al Codice della Strada, 3 giovani sono stati segnalati alla Prefettura di Messina poiché trovati in possesso di modiche quantità di sostanze stupefacenti per uso personale.

           Giuseppe Lazzaro

Edited by, lunedì 29 novembre 2021, ore 18,12. 

 

(Visited 298 times, 1 visits today)