Salute&Benessere: La dieta si può riprovare, l’importante che sia un piacere

Dieta sì, dieta no. Sfoglia la margherita l’italiano medio (1 su 3 è sovrappeso, 1 su 10 obeso) e la dottoressa ISABELLA SALVIA (foto in alto), nutrizionista con studio in Torrenova, nella puntata n. 82 della sua rubrica, “Salute&Benessere”, spiega che la dieta si può fare tranquillamente: l’importante è che sia un piacere…

Nella nostra Italia è sovrappeso più di una persona su tre ed è obesa una persona su dieci. Al danno che possono causare i chili di troppo sulla salute, purtroppo si aggiunge la stigma sociale  che rischia di condizionare la qualità di vita di chi ha questo problema. E’ importante ricordare che, a livello europeo, le più recenti evidenze scientifiche dimostrano come, riducendo dell’1% l’incidenza dell’obesità, si può abbattere da 1 a 3 milioni i casi di tumore, malattie cardiovascolari, diabete e ipertensione tra i cittadini europei.

Per andare incontro a chi ha problemi con la bilancia, è importante rivolgersi a professionisti dell’alimentazione, ricordando sempre che non esiste una dieta valida per tutti e che, se al primo tentativo non si riesce a centrare l’obiettivo di dimagrire, non bisogna perdere le speranze. Si può sempre ritentare, magari con una strategia diversa. La resistenza o non adesione ai consigli in campo alimentare può essere considerata un tipo di feedback che avverte il nutrizionista che il suo attuale approccio non sta funzionando e occorre modificato. Questo presupposto gli consentirà di essere più elastico e capace di modificare i tempi e i modi dell’intervento.

Inoltre, non bisogna dimenticare che il piacere legato al mangiare è un atto complesso che racchiude elementi qualitativi legati al cibo, sensoriali legati al gusto del singolo, identitari legati alla cultura del gruppo di appartenenza e psicologici legati al vissuto individuale. Una dieta con sempre gli stessi alimenti che non arrecano alcun piacere, è senz’altro destinata al fallimento. Mettersi a dieta, o seguire un regime alimentare controllato, non significa sottrarre cibo e piacere all’alimentazione. Ci sono tantissime ricette gustose e non è vero affatto che bisogna privarsi di tutti i propri cibi preferiti!

Eventuali quesiti o temi d’interesse mi potranno essere segnalati su Facebook alla pagina “Dott.ssa Isabella Salvia – Biologa Nutrizionista” o tramite WhatsApp al 320 6556820.

Isabella Salvia

I contenuti di questo articolo hanno esclusive finalità informative e divulgative, non essendo destinati ad offrire consulenza medica/nutrizionale personale. La dottoressa Isabella Salvia consiglia sempre di rivolgersi ad un professionista qualificato della nutrizione (un biologo nutrizionista, un medico dietologo o un dietista) per ricevere un piano alimentare personalizzato, redatto sulla base di una diagnosi individuale, sia per soggetti sani che per le persone affette da patologie accertate.

Edited by, venerdì 7 dicembre 2018, ore 18,53.

 

(Visited 193 times, 1 visits today)