Salute&Benessere: Pericolo “abusivi”

Pochi giorni fa, come trattato ovviamente anche da Gl Press (vedere servizi sul link News), un falso medico dentista è stato individuato e scoperto a Rocca di Caprileone dai carabinieri. Parte da questo la dottoressa ISABELLA SALVIA per illustrare la puntata n. 92 della rubrica “Salute&Benessere”: in questa settimana niente diete e connessi ma un preciso monito: attenzione agli “abusivi”…

Pochi giorni fa anche nella nostra zona, precisamente a Rocca di Caprileone, i carabinieri hanno individuato un falso medico, che avrebbe potuto provocare danni agli ignari pazienti. E’ importante sapere che da anni la Scienza e la Legge contrastano gli abusivi. Anche voi lettori potete facilmente verificare l’iscrizione di un professionista direttamente online; per un medico al seguente sito https://www.omceo.me.it/index.php?area=servizi&page=albi-cerca_iscr mentre per i biologi nutrizionisti al link http://www.onb.it/servizi/elenco-iscritti/ dove troverete anche il mio nominativo. E’ fondamentale per la nostra salute rivolgersi con fiducia ad un professionista abilitato, ovvero un professionista che ha concluso positivamente un percorso di livello universitario e ha poi superato un esame di abilitazione svolto a cura dell’Ordine professionale. Anche la Corte di Cassazione ha ribadito che “l’individuazione dei bisogni alimentari per il singolo con previsioni e prescrizioni, proprio per le ricadute in termini di salute pubblica che tali prescrizioni assumono, non può mai essere esercitata da persone che siano prive di competenza in tema sanitario”.

I miei affezionati lettori sanno che «diete fai da te» possono essere poco efficaci se non addirittura pericolose. Lo sono, a maggior ragione, quelle stilate da chi non è in possesso di alcun titolo per farlo. Se la Scienza sul tema è chiara anche il Codice Penale, all’articolo 348, sancisce che “chiunque abusivamente esercita una professione, per la quale è richiesta una speciale abilitazione dello Stato, è punito con la reclusione fino a sei mesi o con la multa da cento tre euro a cinquecento sedici euro”. Secondo la Legge Penale, per integrare il reato è necessario non avere l’abilitazione richiesta dallo Stato. Questo può significare, ad esempio, non aver conseguito il titolo di studio o non aver superato l’esame di Stato, richiesto appunto per l’esercizio di quella specifica professione. Anche la Corte di Cassazione ha ribadito questo concetto. Da ultimo, la sentenza del 28 aprile 2017, n. 20.281, ha sancito che “è abusivo esercizio di una professione, ai sensi dell’art. 348 c.p., chi – non abilitato all’esercizio della professione di medico dietologo o di biologo nutrizionista – prescrive programmi alimentari, elargendo generici consigli alimentari o svolgendo attività di educazione alimentare. Anche la prescrizione di una scheda alimentare personalizzata, dunque, rientra tra le attività che può compiere solo chi ha titolo di medico dietologo o biologo nutrizionista. Il personal trainer o gli altri componenti della palestra, riferendosi al caso di specie, non possono valicare i limiti del loro lavoro”.

Voglio poi ricordare ai lettori che il tecnico della nutrizione non esiste, così come non esistono altri pseudo nomi di fantasia che cercano di millantare acquisizioni di competenze professionali già ampiamente regolamentate da norme e leggi dello Stato. In riferimento ad alcuni corsi che vengono pubblicizzati, millantando il rilascio di un diploma che non ha nessun valore legale e non può mai avere titolo abilitante in campo nutrizionale, il mio Ordine d’appartenenza, l’Ordine Nazionale dei Biologi, ha da tempo esposto denuncia alle Autorità competenti. Il riferimento è a quei corsi che pubblicizzano il rilascio di “diplomi” senza alcun valore legale, oppure alle tanto diffuse figure di personal trainer o istruttori che in tante palestre elargiscono diete dando addirittura grammature e non semplici consigli alimentari. E’ bene ricordare che le uniche figure abilitate a rilasciare delle diete con grammature precise sono i biologi nutrizionisti, i medici dietologi e i dietisti, regolarmente iscritti all’albo professionale.

Chi fa diete senza avere alcun titolo, non solo può nuocere gravemente alla vostra salute, ma soprattutto commette un reato, esercizio abusivo della professione.

Eventuali quesiti o temi d’interesse mi potranno essere segnalati su Facebook alla pagina “Dott.ssa Isabella Salvia – Biologa Nutrizionista” o tramite WhatsApp al 320 6556820.

Isabella Salvia

I contenuti di questo articolo hanno esclusive finalità informative e divulgative, non essendo destinati ad offrire consulenza medica/nutrizionale personale. La dottoressa Isabella Salvia consiglia sempre di rivolgersi ad un professionista qualificato della nutrizione (un biologo nutrizionista, un medico dietologo o un dietista) per ricevere un piano alimentare personalizzato, redatto sulla base di una diagnosi individuale, sia per soggetti sani che per le persone affette da patologie accertate.

Edited by, venerdì 22 febbraio 2019, ore 18,20.

 

(Visited 430 times, 1 visits today)