Salute&Benessere: Posso mangiare lo zenzero?

Posso mangiare lo zenzero? E’ la domanda, con la risoluzione e gli spiegamenti di cui sotto, dell’angolo di questa settimana della nostra rubrica “Salute&Benessere”, curata dalla dottoressa ISABELLA SALVIA (foto in basso), nutrizionista e giornalista (in archivio, sempre sul link “Salute&Benessere”, tutti gli altri servizi precedentemente pubblicati)…

Posso mangiare lo zenzero? In tanti avete fatto questa domanda, sperando di trovare un alimento “miracoloso” che possa far dimagrire. Premettiamo subito che, in via generale, non esistono sostanze che, da sole, facciano perdere peso.

Vediamo, ora, quali sono le caratteristiche dello zenzero, una spezia di origine orientale, molto diffusa e apprezzata per le sue proprietà benefiche. Cerchiamo di comprendere quali siano le sue principali caratteristiche e come possiamo ottenere il meglio da questo alimento ricco di acqua, carboidrati, proteine, amminoacidi e sali minerali.

Lo zenzero è una spezia tradizionalmente usata come digestivo e amaro-tonico. Effettivamente vi sono studi scientifici che hanno dimostrato una reale efficacia contro la nausea, il mal di auto o di mare. Per apprezzarne le proprietà antinausea è possibile masticare la radice, ovvero preparare un infuso con 5 grammi di zenzero in mezzo litro di acqua. Lo zenzero non solo permette di digerire meglio, ma ha effetti benefici sull’intero apparato digerente È inoltre molto utile contro la gastrite e contro le ulcere intestinali. Recenti ricerche ne hanno evidenziato l’efficacia contro l’Helicobacter pylori, il batterio responsabile delle ulcere allo stomaco. Può inoltre aiutare l’eliminazione dei gas intestinali.

Lo zenzero è utilizzato anche come potente stimolante del sistema immunitario utile per poter contrastare il raffreddore e la febbre. Grazie alle sue proprietà antisettiche e antinfiammatorie, può essere di grande aiuto anche nell’ipotesi di infiammazioni alla gola. Alcuni recenti studi hanno dimostrato che può alleviare anche i mal di testa lievi. Proprio grazie alle sue proprietà antinfiammatorie sembrerebbe effettivamente ridurre anche i dolori articolari/muscolari, e alleviare le infiammazioni allo stomaco o all’esofago.

Una recente ricerca condotta dai ricercatori dell’Università del Minnesota vede lo zenzero poter sviluppare importanti proprietà antitumorali, in particolar modo, nei confronti dei casi di carcinoma del colon retto. Sembrerebbe, infatti, che assumere zenzero ogni giorno possa permettere di godere di protezione contro i tumori di questa zona del nostro organismo.

In sintesi, se assunto in adeguate quantità, lo zenzero è una delle piante con belle proprietà benefiche! Ricordate comunque che, come per tutte le cose, è bene non esagerare. Sebbene sia utile contro nausee e altri malesseri, soprattutto se siete in gravidanza, è opportuno sempre consultare il proprio medico di riferimento. È inoltre utile poter evitare l’assunzione in caso di allergia a uno o più componenti presenti nella spezia. Ricordate anche che l’uso di zenzero, se massiccio, potrebbe provocare gastrite, ulcere e gonfiore intestinali, invece che curarli, come da vostre intenzioni!

Ringrazio per i tanti contatti avuti in questi giorni e ricordo a tutti che eventuali quesiti o temi d’interesse mi potranno essere segnalati su Facebook alla pagina “Dott.ssa Isabella Salvia – Biologa Nutrizionista” o tramite WhatsApp al 320 6556820.

        Isabella Salvia

Edited by, venerdì 19 maggio 2017, ore 19,42.

(Visited 1.138 times, 1 visits today)