Salute&Benessere: Un decalogo contro i tumori

Un decalogo contro i tumori. Questo il tema della settimanale puntata della nostra rubrica “Salute&Benessere” gestita e guidata dalla dottoressa ISABELLA SALVIA, nutrizionista con studio in Torrenova. Il tutto anche perché, pochi giorni fa, si è svolta la giornata di sensibilizzazione sul cancro…

In tutto il mondo Il 4 febbraio 2020 è stata una giornata di sensibilizzazione sul cancro (World Cancer Day) organizzato dalla Union for International Cancer Control (UICC), per trasmettere coraggio e positività. Lo slogan del World Cancer Day 2020 è stato “I am I will” è un’iniezione di fiducia anche per i medici che dedicano la loro vita a combattere questa terribile malattia.

E’ importante ricordare che di cancro si vive! L’aspettativa di vita dopo la diagnosi è sempre più alta, così come le terapie disponibili. non bisogna però mai abbassare la guardia perché purtroppo è vero che si vive di più e si sopravvive di più, ma ci sono anche tante diagnosi che non danno scampo. In dieci anni i pazienti vivi dopo la diagnosi di tumore sono aumentati del 53%, nel 2010 erano 2 milioni e 250mila, oggi sono 3 milioni e 460mila.

Questa settimana, dopo che 15 giorni fa ho ricordato l’evento delle “Arance della Salute”, voglio proporvi il DECALOGO DELLA SALUTE presente sul sito www.arancedellasalute.it di questa iniziativa della Fondazione AIRC (Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro www.airc.it )

Il Fondo Mondiale per la Ricerca sul Cancro (WCRF), che da anni si occupa del rapporto tra cancro e alimentazione; nel 2007, dopo un lavoro di revisione di migliaia di studi, ha sintetizzato in dieci raccomandazioni le evidenze scientifiche più importanti. Nel 2018 è stato pubblicato l’ultimo aggiornamento. Ecco le 10 regole:

  1. MANTIENI IL PESO PIÙ SALUTARE IN OGNI FASE DELLA VITA. Evita di mettere su chili nell’età adulta, e fai attenzione ai piccoli: chi è sovrappeso o obeso nell’infanzia ha un’elevata probabilità di esserlo anche da adulto. L’eccesso di peso e l’obesità sono all’origine di 12 tumori diversi.
  2. FAI ATTIVITÀ FISICA. L’attività fisica protegge contro diversi tipi di tumore. L’Organizzazione Mondiale della Sanità consiglia agli adulti di muoversi ogni giorno e di fare ogni settimana almeno 150 minuti di attività fisica moderata oppure 75 minuti di attività ad alta intensità.
  3. SEGUI UNA DIETA RICCA DI CEREALI INTEGRALI, VERDURA, FRUTTA E LEGUMI. Mangiare cereali integrali, cibi che contengono fibre e vegetali protegge contro diversi tipi di cancro. La raccomandazione è di mangiare ogni giorno almeno 30 g di fibre e 400 gr di frutta e verdura.
  4. LIMITA IL CONSUMO DI FAST FOOD E DI CIBI CONFEZIONATI, RICCHI IN GRASSI, AMIDI E ZUCCHERI. Attenzione ai cosiddetti cibi spazzatura, ma anche a cibi trasformati e confezionati e a bevande come milk-shake e cole, alimenti ricchi di grassi, zuccheri e amidi che contengono molte calorie.
  5. LIMITA IL CONSUMO DI CARNI ROSSE ED EVITA QUELLE LAVORATE. Il suggerimento è di consumare al massimo tre porzioni di carne rossa alla settimana (equivalenti a circa 350 – 500 grammi di carne cotta), e di non consumare, o limitare al massimo, la carne rossa processata, ovvero i prosciutti, gli insaccati ecc.
  6. LIMITA IL CONSUMO DI BEVANDE ZUCCHERATE. Non esistono evidenze scientifiche che colleghino il consumo di bevande zuccherate allo sviluppo di neoplasie, mentre è chiaro che contribuiscono al sovrappeso e all’obesità, che sono correlati a 12 tipi diversi di tumore.
  7. LIMITA IL CONSUMO DI ALCOL. Sono molti i dati che mostrano il legame tra consumo di bevande alcoliche e sviluppo di tumori. Non esiste una soglia al di sotto della quale il rischio non aumenta
  8. NON USARE INTEGRATORI PER PREVENIRE I TUMORI. Una dieta varia ed equilibrata basta a soddisfare i fabbisogni di micronutrienti e a proteggere da molti tipi di tumori.
  9. ALLATTA AL SENO I FIGLI. L’allattamento al seno fa bene sia alla mamma, perché la protegge dal cancro al seno, sia al bambino, per una crescita con minor rischio di sovrappeso e obesità.
  10. SEGUI LE RACCOMANDAZIONI NUTRIZIONALI ANCHE DOPO AVER RICEVUTO UNA DIAGNOSI DI CANCRO. Molte ricerche si concentrano sugli effetti di alimentazione e attività fisica sul rischio di recidive e nuovi tumori. Chi ha già affrontato il cancro, una volta terminate le cure può ottenere benefici seguendo queste raccomandazioni. Tuttavia è opportuno concordare con il medico e un professionista della nutrizione la dieta individuale più adatta a ciascun singolo caso.

Il decalogo del WCRF si riferisce a studi sul rapporto tra alimentazione e tumori. È comunque bene ricordare che il tabacco è la principale causa evitabile di malattia e morte nel mondo ed è anche la principale causa dello sviluppo di cancro.

In piena coscienza, voglio concludere ricordando che il cancro è una malattia complessa che non può trovare soluzioni “magiche” né esistono purtroppo cure miracolose. Anche l’organismo umano è una macchina complessa e il cibo che consumiamo è ricco di centinaia di composti diversi che possono interagire con il nostro organismo.

Eventuali quesiti o temi d’interesse mi potranno essere segnalati su Facebook alla pagina “Dott.ssa Isabella Salvia – Biologa Nutrizionista” o tramite WhatsApp al 320 6556820.

Isabella Salvia

I contenuti di questo articolo hanno esclusive finalità informative e divulgative, non essendo destinati ad offrire consulenza medica/nutrizionale personale. La dottoressa Isabella Salvia consiglia sempre di rivolgersi ad un professionista qualificato della nutrizione (un biologo nutrizionista, un medico dietologo o un dietista) per ricevere un piano alimentare personalizzato, redatto sulla base di una diagnosi individuale, sia per soggetti sani che per le persone affette da patologie accertate.

Edited by, venerdì 7 febbraio 2020, ore 18,33. 

 

 

 

 

(Visited 14.608 times, 1 visits today)