Salute&Benessere: Uomini e dimagrimento

La settimana scorsa le donne e il dimagrimento, adesso uomini e dimagramento. Argomento praticamente scontato, per l’uniformità, quello trattato, nella settimanale rubrica “Salute&Benessere”, con la puntata numero 109 dalla dottoressa ISABELLA SALVIA, nutrizionista con studio in Torrenova…

La scorsa settimana abbiamo analizzato le difficoltà che hanno biologicamente le donne per dimagrire, dovute anche al quadro ormonale femmile, molto legato alle funzioni riproduttive.

E’ bene ricordare che questo quadro clinico interessa anche gli uomini e la salute degli spermatozoi può dipendere anche dalle abitudini di vita e principalmente dalle corrette abitudini alimentari. Solitamente, sbagliando, si pensa che fattori ambientali e stili di vita non abbiano un ruolo importante nella spermatogenesi e in quello che un tempo era definito indice di fertilità dell’uomo, ma non è così. Questi fattori hanno infatti contribuito ad aumentare il tasso di infertilità che stiamo registrando in questi ultimi anni.

Sin da piccolo, seguendo una buona alimentazione e un corretto stile di vita, l’uomo è in grado di assicurarsi una vita più sana che si ripercuote anche sulla sfera sessuale e che può assicurare una buona fertilità.

L’alimentazione, infatti, può influire sulla nostra capacità riproduttiva attraverso meccanismi molto complicati e complessi. Le sostanze assunte e ingerite possono modificare i delicati equilibri ormonali o addirittura intervenire nella maturazione degli spermatozoi provocando l’infertilità maschile. Ciò non vuol dire che dobbiamo evitare del tutto alimenti considerati non idonei come ad esempio quelli ricchi di acidi grassi saturi o i fritti e i dolci, ma dare la precedenza nell’alimentazione a cibi più ricchi di vitamine e sostanze antiossidanti quali la frutta e la verdura.

Inoltre dobbiamo prestare molta attenzione ad evitare un aumento del peso corporeo specialmente nelle prime fasi della vita, nella crescita e nello sviluppo puberale. Un aumento di peso a questa età si può ripercuotere anche sulla salute cardiovascolare articolare e testicolare.

Il sovrappeso e l’obesità sono in grado di aumentare la fisiologica temperatura testicolare, e questa situazione può portare ad un’alterazione dello sviluppo degli spermatozoi riducendo quindi l’indice di fertilità. Sarà quindi giusto e giustificato abituare i ragazzi sin da bambini ad un’alimentazione sana e varia al fine di evitare l’insorgenza di successive di problematiche sessuali e di fertilità.

Dimagrire è prima di tutto una scelta di salute, oltre che il desiderio estetico e psicologico di apparire più magri e più belli. E’ importante quindi non seguire le diete stereotipate presenti sui giornalini o un piano alimentare elaborato per un’altra persona. Ribadisco anche questa settimana che il nutrizionista è un artigiano: è come un sarto che, dopo un’attenta visita, confeziona il vestito su misura, prendendo le “misure” del paziente anche con strumenti scientificamente validati (come la bioimpedenziometria, nota anche come BIA, che abbiamo visto in questi anni in questa rubrica specialistica). Il nutrizionista è un professionista che non può predisporre una dieta uguale per differenti pazienti, ma elaborare una piano alimentare individuale, sulla base delle reali esigenze del singolo paziente, sia per i soggetti sani che quelli affetti da patologie conclamate.

Eventuali quesiti o temi d’interesse mi potranno essere segnalati su Facebook alla pagina “Dott.ssa Isabella Salvia – Biologa Nutrizionista” o tramite WhatsApp al 320 6556820.

Isabella Salvia

I contenuti di questo articolo hanno esclusive finalità informative e divulgative, non essendo destinati ad offrire consulenza medica/nutrizionale personale. La dottoressa Isabella Salvia consiglia sempre di rivolgersi ad un professionista qualificato della nutrizione (un biologo nutrizionista, un medico dietologo o un dietista) per ricevere un piano alimentare personalizzato, redatto sulla base di una diagnosi individuale, sia per soggetti sani che per le persone affette da patologie accertate.

Edited by, venerdì 28 giugno 2019, ore 16,50. 

 

 

(Visited 400 times, 1 visits today)