Sicilia: Partita chiusa. Alberto Samonà nuovo assessore alla cultura

Dopo il vespaio di polemiche alimentato dalla sinistra e dai grillini e con in tanti che non hanno ancora capito che la Lega non è più quella di una volta e che in Sicilia i circoli del Carroccio proliferano, il governatore NELLO MUSUMECI ha nominato il tanto atteso assessore ai Beni culturali e della identità siciliana. Si tratta di un nome di spicco, il giornalista e scrittore palermitano ALBERTO SAMONA’ (foto in alto), della Lega, già del Fronte della Gioventù, attuale consigliere di amministrazione della Fondazione Famiglia Piccolo di Calanovella(g.l.)…

Il presidente della Regione, Nello Musumeci, ha conferito la delega di assessore regionale ai Beni culturali e della identità siciliana ad Alberto Samonà, responsabile del settore cultura della Lega.

Palermitano di 48 anni, è giornalista professionista e scrittore. Appartiene a una famiglia di architetti e studiosi della tradizione popolare siciliana. Lo stesso neo assessore ha scritto e pubblicato numerosi saggi ed è consigliere d’amministrazione della Fondazione Piccolo di Calanovella di Capo d’Orlando.

Dirigente del Fronte della Gioventù, l’organizzazione giovanile del M.S.I., alle ultime elezioni politiche si era presentato alle parlamentarie del Movimento 5 Stelle, passando la selezione e quindi potendosi candidare al Senato ma dall’alto è arrivata l’esclusione. Così è entrato nella Lega. “Dopo l’irripetibile stagione dei tecnici – dice il governatore Musumeci –, Samonà è la giusta sintesi della militanza politica e della competenza professionale. Lo conosco da anni e sono certo che saprà svolgere con passione il ruolo che, di intesa con il suo partito, ho voluto affidargli”.

           ANSA

Edited by, domenica 17 maggio 2020, ore 21,50. 

(Visited 475 times, 3 visits today)