Sicilia: Scilla e Zambuto nella giunta al posto di Bandiera e Grasso. Messina e donne a quota zero

Messina e provincia e le donne a quota zero. L’aggiustamento in corsa della giunta regionale, e l’uscita della dimissionaria BERNARDETTE GRASSO, non produce dividendi positivi sia per la provincia messinese che per il gentil sesso che, nella squadra regionale, non ha alcuna rappresentante. I nuovi assessori non fanno fare salti di gioia. Si tratta di TONI SCILLA (foto in alto a sx), di Mazara del Vallo e l’ex sindaco di Agrigento MARCO ZAMBUTO (foto in alto a dx), ex PD (…) reduce dalla batosta elettorale rimediata alle ultime amministrative…

La Sicilia web

La nomina alla fine è arrivata. Da settimane all’interno di Forza Italia si è cercato di fare quadrare i numeri, con il presidente Musumeci rimasto per giorni in attesa dei nomi da ratificare. Lo stesso coordinatore azzurro Micciché, intervistato all’interno della trasmissione “Prima linea” di Telecolor, aveva detto che “la parola rimpasto in questo caso non era appropriata perché si tratta solo di aggiustamenti all’interno di una solo componente politica del governo regionale”, assumendosi persino “la responsabilità dei ritardi”. Alla fine il partito di Berlusconi ha chiuso sui nomi di Toni Scilla e Marco Zambuto, non senza malumori interni alle diverse componenti dei territori.

Toni Scilla, di Mazara del Vallo, prende il posto di Edy Bandiera all’assessorato Agricoltura e Pesca, ufficio in cui ricopriva già un incarico nella segreteria particolare dell’assessore siracusano. Nell’ultimo periodo si è battuto per la liberazione dei pescatori sequestrati in Libia e rilasciati prima di Natale. Il posto all’Agricoltura piaceva anche a Riccardo Gallo Afflitto, riferimento azzurro nella provincia di Agrigento.

A sorpresa invece la nomina di Marco Zambuto, già sindaco di Agrigento, ex presidente del Pd siciliano e alle ultime amministrative candidato sindaco di Agrigento con le insegne di Forza Italia e appoggiato da Diventerà bellissima. Nella corsa alle ultime amministrative Zambuto si è piazzato al terzo posto fallendo anche l’approdo al ballottaggio. Zambuto subentra all’unica donna in giunta, Bernardette Grasso, alle Autonomie Locali e alla Funzione Pubblica. Con l’uscita di quest’ultima la giunta regionale perde l’unica rappresentante femminile.

Edited by, mercoledì 30 dicembre 2020, ore 14,57. 

 

 

(Visited 585 times, 1 visits today)